Passi carrabili, giro di vite: parte il censimento

Il controllo a tappeto inizierà nelle prossime settimane, con l’obiettivo di aggiornare la banca dati per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (la cosiddetta Cosap). Il comune di Santa Croce si prepara a dare il via al censimento dei passi carrabili, con l’unica eccezione della zona industriale già censita nel 2015.

Si tratta di un’operazione che l’amministrazione comunale ha deciso di intraprendere per fare ordine in una realtà che da tempo non viene censita: cosa che ha generato una condizione di disparità tra cittadini e imprese che regolarmente hanno fatto richiesta di passo carrabile e che sostengono i canoni dovuti e situazioni che, invece, devono essere normate per creare uno stato di fatto che garantisca equità e uguale trattamento di tutti.
In accordo con gli Uffici comunali, due operatori incaricati della Sepi, società che gestisce il servizio relativo all’accertamento e la riscossione del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, effettueranno, un giorno alla settimana, i sopralluoghi per censire tutti i passi carrabili, anche quelli già autorizzati, fotografando il passo carrabile e misurandolo dal lato della strada, senza la necessità di entrare nelle aree private. Per quanto riguarda i condomini, invece, gli operatori potrebbero dover entrare nell’area privata condominiale per reperire i dati dell’amministratore del condominio.
Una volta conclusi i sopralluoghi, Sepi acquisirà dal catasto edilizio urbano i dati delle proprietà degli immobili e provvederà ad inviare, a mezzo raccomandata, l’invito alla regolarizzazione ai proprietari che non risultano iscritti a ruolo. I cittadini non in regola, nei 20 giorni successivi al ricevimento delle suddetta raccomandata, dovranno presentare domanda di regolarizzazione di concessione di suolo pubblico per passo carrabile. Perché sia rilasciata la concessione i cittadini dovranno regolarizzare il pagamento dei 5 anni pregressi (2012-2016), senza pagare alcuna sanzione e indennità e interessi e successivamente, ottenuta l’autorizzazione di passo carrabile, potranno ritirare il cartello di divieto di sosta all’Ufficio economato.
Coloro i quali, nel tempo indicato, non presenteranno domanda di regolarizzazione, riceveranno l’avviso di accertamento Tosap dal 2012 al 2014 con l’applicazione della sanzione del 100% come previsto dalla normativa vigente e gli atti di contestazione per gli anni 2015 e 2016 per il recupero dell’indennità di occupazione pari al 120% del canone dovuto, come previsto dal Regolamento Comunale Cosap.
Confidando nella collaborazione per il buon esito del censimento si informa la cittadinanza che per qualsiasi chiarimento o informazione sarà possibile contattare la Sepi Spa, Ufficio gestione entrate Santa Croce.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.