Sicurezza e manutenzione nei cimiteri lavori per 40mila euro

Riqualificazione, manutenzione e sicurezza nei cimiteri. Sono gli intervento che il comune di San Miniato ha previsto per recuperare alcune parti dei cimiteri di San Lorenzo, nella frazione della Scala e di Ponte a Egola, a partire dalle zone dei viali e le scale. Interventi che si preannunciano massicci. Viste le criticità che si verificano all’interno del cimitero di San Lorenzo, queste opere sono sempre più necessarie anche perché da anni non vengono eseguiti i lavori di ripristino delle facciate e dell’intonaco, per non parlare della pulizia dei tetti e della sistemazione dei viali e delle scale, così come al sistemazione dei piazzali. I lavori si aggirano complessivamente intorno ai 40mila euro. “Un intervento necessario, che andrà a risolvere molte criticità presenti. Investire sui cimiteri è una priorità per l’amministrazione comunale” annuncia l’assessore ai lavori pubblici Marzia Fattori.

Molte sono le opere che, secondo l’amministrazione comunale non possono essere realizzate con il personale interno in quanto non sono presenti le necessarie professionalità, attrezzature e mezzi idonei per la loro esecuzione, perciò l’amministrazione ha ritenuto di dover incaricare una ditta esterna di adeguata professionalità, capacità operativa ed esperienza. “I lavori al cimitero di Ponte a Egola sono conclusi – spiega Marzia Fattori -, adesso ci concentriamo sulla messa in sicurezza del cimitero di San Lorenzo, apportando naturalmente le necessarie migliorie e facendo i dovuti interventi di manutenzione”. Gli interventi che riguardano il cimitero di San Lorenzo partiranno dal ripristino delle zone deteriorate di parte della pavimentazione in pietra, dalla sostituzione delle canalette con relativa griglia per lo scolo delle acque meteoriche, passando alla sostituzione degli scalini in vari punti del cimitero con materiali diversi quali la pietra, il travertino e il cotto. Sarà realizzata l’impermeabilizzazione della copertura dei loggiati 4 e 5 dove sono evidenti massicce infiltrazioni e saranno consolidate e ripristinate alcune zone. Successivamente agli interventi di ripristino ai loggiati 4 e 5, saranno imbiancati con tinteggiatura da esterni al quarzo le zone in calcestruzzo. Saranno anche ripristinate le zone usurate della pavimentazione in cotto antistante la chiesa. Sistemato, intanto, il piazzale con la realizzazione di un tratto di fognatura e fosse per il deflusso delle acque meteoriche (Ponte a Egola, finiti i lavori al parcheggio del cimitero).

Leggi anche Roffia e Isola, solo un cimitero da ampliare

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.