Quantcast

Testai (FI): “No a trasferimento vigili a Unione Comuni”

Dubbi sul trasferimento del personale della polizia municipale di Fucecchio all’Unione dei Comuni. Arrivano dal capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, Simone Testai, che a riguardo ha presentato una mozione che verrà discussa al consiglio comunale del prossimo 28 dicembre. La richiesta, nell’immediato, è di far slittare di un anno il trasferimento, in attesa che l’Unione abbia una struttura più solida.

“E’ sotto gli occhi di tutti – spiega – il braccio di ferro in atto tra i sindaci dell’Unione ed i vigili ai quali va tutta la nostra stima, comprensione e solidarietà e, da sempre il rispetto e l’apprezzamento per il loro lavoro Sul tavolo della trattativa in atto ci sono questioni, non solo sindacali, ma anche  organizzative, che si trascinano da cinque anni senza che sia stata individuata alcuna soluzione. Trasferire definitivamente i nostri vigili in una struttura organizzativa che in pratica è una scatola vuota non da garanzie, non solo che per gli stessi lavoratori, ma anche sulla sicurezza della nostra città”.
Il capogruppo snocciola anche i numeri del servizio: “Il numero degli agenti in servizio a gennaio 2012 – dice – era di 106 in rapporto a 180mila abitanti dell’Unione. Al momento attuale in servizio sono presenti solo 88 agenti in quanto non ci sono state sostituzioni del personale collocato a riposo o trasferito per modalità. Con il nuovo anno altri agenti lasceranno il servizio ed altri ancora negli immediati anni successi. Il nostro primo cittadino, Alessio Spinelli, che ha la delega alla municipale sostiene che saranno assunti nel 2018 ben otto agenti e saranno trasferite agli uffici comunali le pratiche amministrative in carico ai vigili per riportarli in strada. Noi vogliamo prima vedere i bandi di concorso e poi prenderemo decisioni”.
“Per quanto riguarda il ritornello del trasferimento delle pratiche amministrative in carico ai vigili fucecchiesi agli uffici comunali – prosegue la polemica del consigliere azzurro – ricordo a Spinelli che non deve impegnarsi più di tanto, perché il regolamento sull’organizzazione degli uffici e dei servizi approvato nel lontano 2001 stabilisce chiaramente cosa spetta al Suap e cosa spetta invece alla municipale che, in base alle nuove norme  sull’anticorruzione, non potrebbe rilasciare provvedimenti per i quali è incaricata istituzionalmente alle verifiche . E’ evidente che in questo campo ci sono delle resistenze, per noi è giusto che ognuno debba fare ciò per cui è pagato. Il Comune di Fucecchio ha in organico ben 18 agenti, ossia un quarto del totale dell’Unione, un discreto numero in rapporto a 23mila abitanti. Ci chiediamo quindi perché dobbiamo regalarli per essere dispersi nel vasto territorio degli undici comuni che formano l’unione”.
“Con la mozione che abbiamo presentato – conclude – chiediamo che il trasferimento avvenga dopo che l’Unione si è data un organizzazione, perché ripeto, al momento è una scatola vuota, e la conferenza stampa dei sindaci di mercoledì sembra sia stata fatta per convincere se stessi che l’Unione esista e rappresenti il futuro. Noi siamo contrari, al momento, a questo salto al buio, e pertanto chiederemo che il trasferimento slitti di un anno, o perlomeno fino a quando l’Unione avrà un identità organizzativa perché, vista l’esperienza dell’ex circondario, non vogliamo che diventi un altro baraccone targato Pd che galleggia con i soldi delle tasse pagate dai cittadini”.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.