Quantcast

Lo sport va a scuola e ci trova 3.500 studenti di ogni grado

Sempre meno a giocare in strada, sempre di più davanti a monitor da soli. Anche per questo Lo sport va a scuola e ci trova 3.500 studenti delle scuole dell’infanzia, delle primarie e delle secondarie di primo grado del territorio di San Miniato. Proposte progettuali distinte, ovviamente, quelle offerte nel progetto promosso dal comune di San Miniato e dall’associazione Sport e Solidarietà e sostenuto dall’Azienda Speciale Farmacie per dare una continuità all’attività sportiva fra scuola e territorio.

Il primo percorso riguarda la scuola dell’infanzia e punta a promuovere l’attività psicomotoria come parte integrante di un progetto educativo e formativo complessivo del bambino. E’ previsto un percorso di sei incontri (a cadenza quindicinale) che coinvolge direttamente i 638 bambini delle materne attraverso la realizzazione di sei incontri finalizzati alla promozione dell’attività motoria da realizzare in orario scolastico, condotti da istruttori esperti in collaborazione con gli insegnanti. Al termine del progetto si svolgerà una festa finale di giochi e sport.
Per la scuola primaria invece esistono due progetti distinti, uno per i ragazzi delle classi terze “I colori dello sport” e un altro esteso a tutti quelli che frequentano le altre quattro classi. Il primo promuove l’attività psicomotoria nella scuola come parte integrante di un progetto educativo e formativo complessivo del bambino. Saranno realizzati 9 incontri con i 249 bambini suddivisi in 12 classi e 9 plessi e poi una festa conclusiva. Il secondo progetta della primaria riguarda le proposte provenienti dalle associazioni sportive, nell’ottica della promozione delle differenti tipologie con incontri da realizzare in orario scolastico tenuti dagli istruttori delle discipline che hanno proposto le loro attività.
“Nessuno escluso” è infine il progetto che riguarda i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado del comune di San Miniato. L’obiettivo del progetto è promuovere l’attività psicomotoria nella scuola secondaria, come parte integrante di un progetto educativo e formativo in grado di coinvolgere tutti i partecipanti. L’idea è quella di un percorso formativo che ampli ed integri le proposte di attività sportive a disposizione della scuola, proponendo occasioni di partecipazione per tutti i ragazzi di ogni classe, avvicinandoli alla pratica sportiva in modo divertente, coinvolgente e motivante.
A conclusione di questi progetti, a settembre, verrà riproposta la Festa dello sport, realizzata in collaborazione con tutte le associazioni sportive del territorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.