Quantcast

Seguendo storia e natura, alla scoperta del Valdarno

Quello che non si vede è la capacità di fare sistema, che quando serve viene fuori. Quello che, invece, si potrà vedere è la bellezza e la ricchezza di un territorio ricco e variegato. Dai musei ai boschi delle Cerbaie fino al Padule di Bientina, il ricco programma di itinerari alla scoperta del Valdarno si ssviluppa tra il 6 maggio e il 3 giugno.

Il Sistema Museale Valdarno di Sotto, per l’edizione 2018 della campagna di valorizzazione Amico Museo promossa dalla Regione Toscana, propone otto appuntamenti progettati dai Musei civici di Castelfranco di Sotto, Fucecchio, Montopoli in Val D’Arno, San Miniato e Santa Maria a Monte con la collaborazione, sul versante naturalistico, dell’Ecoistituto della Cerbaie, dell’Associazione Verde Storia e del Comitato Via Francigena di Galleno. Otto passeggiate fra alcuni dei puoghi più caratteristici del Comprensorio, sia sul fronte naturalistico che storico. “Una delle caratteristiche più interessanti dei percorsi, infatti, è che saranno affiancati da figure in grado di guidare i partecimenti tanto sul fronte della natura e delle sue meraviglie, quanto formare da un punto di vista storiografico i vari monumenti o reperti che saranno visitati” ha dichiarato lo storico Andrea Vanni Desideri. Gli itinerari, che saranno guidati da uno storico e da un naturalista, sono stati progettati dai Musei civici di Castelfranco di Sotto, Fucecchio, Montopoli in Val D’Arno, San Miniato e Santa Maria a Monte con la collaborazione, sul versante naturalistico, dell’Ecoistituto della Cerbaie, dell’Associazione Verde Storia e del Comitato Via Francigena di Galleno. 

Programma

Il ciclo inizia il 6 maggio con l’Anello di Stibbio-Germagnana che attraversa i boschi e le valli tra San Miniato e Montopoli. Il 13 maggio sarà la volta di un percorso lungo il selciato della via Francigenae i boschi di Galleno. Il 19 maggio il percorso attraverserà il territorio di Montopoli con un rinfresco e l’apertura notturna del Museo per l’annuale “Notte Europea dei Musei”. I percorsi di Santa Maria a Monte avranno invece inizio la mattina del 20 maggio, partendo dalla Piazza del Comune per raggiungere Villa Mori, toccando il Parco Archeologico della Rocca, il Museo della Beata Diana e Casa Carducci. Il pomeriggio dello stesso giorno, con partenza dall’Area Archeologica di San Genesio, verrà affrontato un tratto della via Francigena con rientro al Museo di San Genesio per la visita. Il 26 maggio sarà la volta di un nuovo percorso sulle colline delle Cerbaie nei boschi intorno alla Villa delle Pianore. Il 27 maggio, partendo dal Museo Archeologico di Orentano, il percorso scenderà il versante nordoccidentale delle Cerbaie costeggiando il padule di Bientina per far ritorno al museo. Gli appuntamenti si concluderanno il 3 giugno, ancora sulle Cerbaie, partendo dal Santuario di Santa Maria della Querce, attraversando i boschi e toccando i due laghi con la spettacolare fioritura delle ninfee.

Per poter partecipare ai percorsi è necessaria la prenotazione. Le camminate sono adatte a tutti, con una lunghezza media di 2/3 km ciascuna. Si consiglia di indossare abbigliamento e scarpe comodi. Ad eccezione delle uscite del 20 maggio nel centro storico di Santa Maria a Monte con visita a Villa Mori e dell’evento del 26 maggio, sempre a Santa Maria a Monte, all’Anello delle Pianore e Villa Medicea, che sono gratuiti, per il resto degli itinerari è prevista una spesa di 5 euro. Tutte le info al sito: www.valdarnomusei.it. (ndm)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.