Studenti in visita a campi sterminio, partita la delegazione

Si rinnova anche per quest’anno l’adesione da parte del Comune di San Miniato al pellegrinaggio ai campi di sterminio organizzato dall’Aned (Associazione nazionale ex deportati) sezione di Pisa, che va avanti dal 1995. 65 ragazzi delle scuole del territorio sono partiti giovedì, per un viaggio di cinque giorni che toccherà Austria e Germania, fino ad arrivare lunedì (7 maggio) al campo di Mauthausen, dove ci sarà il ritrovo di tutte le delegazioni europee dei pellegrinaggi, per un momento dedicato alla memoria. Per il Comune di San Miniato partecipano il vicesindaco Chiara Rossi e l’assessore ai lavori pubblici Marzia Fattori. Presente anche il vescovo monsignor Andrea Migliavacca.

Dei 65 partecipanti al pellegrinaggio, accompagnati anche da un docente, 11 sono a carico del Comune (6 dell’istituto comprensivo Sacchetti e cinque del Buonarroti), mentre uno, per il terzo anno consecutivo, è a carico del circolo Arci Oreste Ristori di Ponte a Elsa. Insieme a loro, sono stati scelti due studenti delle scuole superiori, uno dell’It Cattaneo e uno del Liceo Marconi, incaricati di portare il gonfalone del Comune di San Miniato.
“Vorrei ringraziare ancora una volta – spiega il sindaco di San Miniato, Vittorio Gabbanini – il circolo di Ponte a Elsa per questo importante gesto di collaborazione fattiva con l’amministrazione comunale, con il suo sostegno ha permesso ad uno studente di poter partecipare al pellegrinaggio, per il terzo anno consecutivo. Sono 24 anni che il nostro Comune partecipa a questo appuntamento, perché è importante che le giovani generazioni conoscano e si rendano conto di che cosa ha significato tutto questo e quanto ancora oggi sia alto il prezzo da pagare per un simile orrore. L’augurio che voglio fare a tutti i ragazzi che sono partiti insieme ai nostri amministratori è quello di fare tesoro di ogni emozione che proveranno e di registrare ogni singola sensazione, perché sono sicuro che quando torneranno non saranno più gli stessi di quando sono partiti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.