Castelfranco di Sotto in corteo per la legalità

Sarà un corteo pacifico dal forte valore simbolico, quello in programma per la mattina di sabato 30 giugno a Castelfranco di Sotto: una Camminata per la Legalità che vedrà attraversare la zona industriale castelfranchese da un gruppo variegato di persone, unite dallo stesso intento.

È per lanciare un segnale fermo e deciso di contrasto all’illegalità, ai comportamenti criminali e agli atti di violenza, per difendere diritti e doveri dei lavoratori, che l’amministrazione comunale di Castelfranco, in concertazione con gli altri Comuni del comprensorio del Cuoio, ha deciso di promuovere questa iniziativa, invitando all’adesione e alla partecipazione i rappresentanti dei istituzioni, le sigle sindacali, le associazioni del territorio, comprese le comunità senegalesi, ma anche tutta la cittadinanza che ha a cuore il mantenimento della legalità come principio fondamentale che contraddistingue da sempre il comparto produttivo locale.
“Una manifestazione aperta e condivisa che rappresenta un altro passaggio del percorso intrapreso dal Comune di Castelfranco per sensibilizzare la comunità e i vari soggetti che operano nel distretto sui rischi di contaminazioni illecite in cui incorre la nostra realtà lavorativa – ha annunciato il sindaco Gabriele Toti – Una presa di posizione forte da parte del mondo del lavoro in una zona evocativa. È stato infatti scelto di marciare sul viale dell’Industria nel Macrolotto per richiamare simbolicamente il centro produttivo del Comprensorio, come fulcro del messaggio che vogliamo lanciare”.
La necessità di organizzare questa manifestazione a favore della legalità è emersa nel corso del consiglio comunale aperto che si è svolto la scorsa settimana sul tema Legalità e lavoro a Castelfranco di Sotto e nel Comprensorio. Adunanza convocata a seguito di alcuni spiacevoli e gravi episodi, manifestazioni di violenza e illeciti, compiuti nel comprensorio del Cuoio, che hanno interessato sia Castelfranco di Sotto che i comuni limitrofi. Da quell’incontro – al quale hanno partecipato associazioni, consorzi, rappresentanze istituzionali e politiche del territorio, sigle sindacali e cittadini – è uscita unanime la volontà di proseguire le attività di contrasto all’illegalità, allo scopo di creare uno scudo comune ad eventuali infiltrazioni criminali”.
La partecipazione è aperta a tutti. Il ritrovo è fissato per le 9,15 su viale dell’Industria, all’altezza del Braccetto del Cuoio, per poi partire con la camminata alle 9,30.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.