Quantcast

Santa Maria a Monte, arrivano fondi per videosorveglianza

Santa Maria a Monte comune videosorvegliato. Questa mattina (28 giugno), infatti, il prefetto di Pisa, Angela Pagliuca, alla presenza dei vertici provinciali delle forze dell’ordine, ha sottoscritto con i sindaci dei comuni di Pontedera, San Giuliano Terme, Montescudaio, Santa Maria a Monte, Vicopisano e Riparbella i Patti per l’attuazione della sicurezza urbana e l’installazione dei sistemi di videosorveglianza.

Gli accordi consentiranno alle amministrazioni locali di avvalersi di specifiche risorse finanziarie statali, previste dalla legge 48/2017, con le quali realizzare sistemi di videosorveglianza: sono stati stanziati, a livello nazionale, ben 37 milioni di euro per il triennio 2017/2019.
“In tal modo – spiegano dalla prefettira – si intendono rafforzare gli strumenti di coordinamento tra istituzioni statali ed enti locali in materia di politiche pubbliche per la promozione della sicurezza integrata ed il benessere della comunità territoriale, anche in attuazione dell’articolo 118, terzo comma, della Costituzione”
La videosorveglianza, è stato spiegato in occasione della firma, sarà utilizzata nelle zone di maggiore rischio per disincentivare fenomeni di degrado, vandalismo, spaccio e per monitorare meglio le aree frequentate quotidianamente dalle fasce della popolazione più esposte a rischi. Ogni patto prevede l’istituzione di una cabina di regia con il compito di monitorarne, successivamente, lo stato di attuazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.