“Luogo prezioso per il Valdarno”, nuova vita al Parco Robinson foto

“E’ un diritto dei bambini avere un parco giochi nel quale divertirsi. Un luogo prezioso, di interesse per tutto il Valdarno”. Tanto che oggi (12 luglio) a inaugurare i rinnovati spazi del Parco Robinson, con la sindaco di Santa Croce sull’Arno Giulia Deidda c’erano anche quello di Castelfranco di Sotto Gabriele Toti, l’assessore Antonella Gorgerino di Fucecchio, il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani e il consigliere regionale Andrea Pieroni.

“Rendere di nuovo fruibile questo parco nel cuore delle Cerbaie”, l’obiettivo dell’amministrazione comunale, che nel progetto ha investito 50mila euro (Parco Robinson più accessibile, con 50mila euro di lavori) per i nuovi giochi, ma anche per un progetto di riqualificazione più ampio, che rendesse il parco adatto a ospitare tutta la famiglia e per tutta la giornata. 

Parco Robinson: un nuovo inizio. Questo è il messaggio con cui l’amministrazione comunale di Santa Croce sull’Arno ha deciso di lanciare l’iniziativa di inaugurazione dei nuovi giochi e delle nuove attrezzature del Parco Robinson, con una bella festa che ha visto coinvolte tante persone, allietate dalla musica della street band “New Street Band” e dalla merenda della nostra Cucina comunale Centralizzata.
Un lavoro, quello della riqualificazione del parco, che è iniziato il 19 giugno e che ha visto impegnare 50mila euro di risorse comunali per dotare il parco di nuovi giochi studiati per armonizzarsi con il contesto e per dare ai bambini stimoli di gioco interattivo. Per acquistare nuove attrezzature come panche, tavoli, barbecue, ristrutturare i giochi esistenti, compreso lo storico pattinaggio, e fare lavori di manutenzione, tutto finalizzato a rendere il parco di nuovo vivibile e facilmente fruibile.

“Il Parco Robinson – ha detto Giulia Deidda – è per tutti i cittadini di questo territorio, soprattutto per i santacrocesi, un luogo del cuore dove molti della mia generazione hanno trascorso estati spensierate di gioco al fresco dei grandi alberi. Questo luogo meritava davvero di essere riportato alla bellezza che tutti noi ricordiamo, per tornare ad essere un luogo dove le famiglie possano trascorrere dei momenti belli perché i bambini hanno diritto ad avere bei ricordi della loro infanzia ed è compito di noi adulti costruire i loro ricordi felici. Con questo intervento abbiamo pensato che da oggi i bambini di Santa Croce sull’Arno, e non solo, avranno a disposizione un nuovo luogo che ci auguriamo ricorderanno da grandi con piacere. Abbiamo voluto pensare a un progetto che si armonizzasse a pieno con il contesto, studiando giochi che permettano di far interagire i bambini e creando aree barbecue e attrezzature per la socializzazione e il relax dei grandi. Il Parco Robinson ha un potenziale importante: l’obiettivo è la creazione di un vero e proprio Parco Avventura all’interno dell’area boscata; nel frattempo siamo già al lavoro per inserirlo nelle attività dei nostri servizi educativi e siamo a disposizione per studiare collaborazioni con chi vorrà utilizzarlo per attività di formazione o eventi che coinvolgano sia le associazioni sia i privati”.

Il percorso ha visto coinvolto anche il comune di Castelfranco di Sotto, territorialmente competente per la zona. “Siamo stati disponibili fin da subito a fornire la collaborazione dei nostri uffici – ha dichiarato il sindaco Toti -. Perchè il Parco Robinson, pur essendo una proprietà del comune di Santa Croce sull’Arno, acquistata dal Sindaco Adrio Puccini dal Marchese Bargagli nel 1968, si trova nel territorio del comune di Castelfranco di Sotto ed erano quindi necessari atti del nostro Comune affinché i lavori fossero realizzati. Non abbiamo esitato perché ritengo che la collaborazione tra gli Enti sia un punto di forza del nostro territorio, a maggior ragione se finalizzata, come in questo caso, a creare nuove e concrete opportunità per i cittadini. Il Parco Robinson, inoltre, è potenzialmente un luogo fruibile da un’utenza sovracomunale e anche io mi auguro che torni ad essere una frequentazione abituale delle famiglie della zona”.
Un riconoscimento importante anche dalla Regione Toscana con la presenza del presidente del consiglio regionale Eugenio Giani e del consigliere regionale Andrea Pieroni a sottolineare la centralità del Parco Robinson nell’area delle Cerbaie, terra di valore ambientale e che sempre più sta acquisendo importanza turistica grazie alla via Francigena, una zona che spesso è stata protagonista delle politiche regionali proprio per le sue caratteristiche.
“Cogliamo inoltre l’occasione – sottolinea Giulia Deidda – per ringraziare il Reparto Carabinieri Biodiversità di Lucca, in particolare il Comandante del Reparto, Tenente Colonnello Cecilia Tucci, e il Maresciallo Giuseppe Tomaselli, comandante del nucleo carabinieri Biodiversità di Montefalcone, per il supporto che hanno dato durante il cantiere e per il lavoro quotidiano che svolgono sui territori per garantire la sicurezza delle aree boscate e Graziano Bagnoli dell’Unione Montana Alta Val di Cecina. Un ringraziamento doveroso anche alle stazioni dei carabinieri di Santa Croce sull’Arno e di Castelfranco di Sotto e alle ditte che hanno realizzato l’intervento e che si sono dimostrate davvero attente a tutte le esigenze: la Holzhof che ha fornito e montato i giochi e ristrutturato gli esistenti e la Sanminiatese Strade che si è occupata della parte edile e della riqualificazione del pattinaggio. Siamo certi – conclude Deidda – che il risultato ottenuto sarà apprezzato dai cittadini, non soltanto di Santa Croce sull’Arno, e che questo bellissimo luogo, simbolo delle Cerbaie, tornerà ad essere protagonista delle giornate estive di tanti bambini e delle loro famiglie”. E il Sindaco Deidda ha già fissato un nuovo obiettibo per il Parco Robinson: creare un percorso guidato nel bosco. Obiettivo condiviso da Eugenio Giani, che ha detto: “Supporteremo Santa Croce anche per questa sfida, che riteniamo molto importante. Il Parco Robinson è findamentale per la Regione Toscana”.

La protesta di un cittadino

Durante l’inaugurazione del Parco Robinson non è passata inosservata la protesta di un cittadino santacrocese, che in cartellone ha scritto: “L’amministrazione è omertosa e non dà ascolto alle lamentele dei suoi cittadini. In un silenzio assordante e imbarazzante spende 50mila euro per abbellire un parco logisticamente disagiato condannando al degrado i parchi giochi di Staffoli e Santa Croce. Sindaca spiega ai genitori e ai nonni senz’auto che per portare i bambini a svagarsi saranno costretti a venire al Parco Robinson essendo gli altri luoghi ormai condannati da voi al degrado sistematico? Sindaca, il tempo delle inaugurazioni per farti il curriculum è finito. La fiducia degli elettori non la guadagni più con il taglio dei nastri e i selfie sorridenti ma con il rispetto dei tuoi concittadini. Per ogni euro che continuate a spendere inutilmente sarete ben presto giudicati e sonoramente bacchettati dai vostri concittadini nel segreto nell’urna”. L’attacco nei confronti dell’amministrazione comunale porta la firma di Enzo Oliveri.

Mirco Baldacci

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.