Salute e tecnologia, nuovi strumenti per 4 milioni

Nel territorio empolese sono stati acquistati 5 ecotomografi e uno strumento per radiologia digitale per un valore di 255.431 euro. E’ parte della strumentazione di alta tecnologia acquistata da gennaio 2016 a oggi, da quando, cioè, è stata istituita l’azienda Usl Toscana centro. In questo periodo è stato di quasi 4 milioni di euro l’investimento per l’acquisizione di nuove apparecchiature ecografiche e radiografiche che, spiega l’azienda “assicurano ogni giorno ai pazienti le cure più moderne e un livello informatico e tecnologico in grado di ottimizzare tempi, prestazioni e risorse nelle strutture dell’Ausl Toscana centro”.

La strumentazione è a supporto dei servizi ospedalieri e territoriali: pronti soccorso, diagnostica generale, prevenzione oncologica, consultori, medicina nucleare, emodinamica e tutti gli altri. Le strumentazioni hi tech permettono al personale medico, infermieristico e tecnico di operare con elevati standard di qualità, sicurezza ed efficienza. Da gennaio 2016 a oggi, per i servizi del territorio fiorentino sono stati acquistati 12 ecotomografi, un ortopantomografo, e cinque apparecchi di diagnostica generale (angiografo, risonanza magnetica, strumenti radiografici) per un valore di 2.489.695 euro. Nell’area Pistoiese sono stati acquistati otto ecotomografi, un agiografo e un apparecchio radiografico il cui valore ammonta a 816.375 euro. Gli strumenti acquisiti per il territorio pratese sono stati: sette ecotomografi e due strumenti di diagnostica generale per un valore di 297.285 euro. “Gli investimenti – prosegue l’Azienda – sono stati importanti, l’acquisizione di nuove tecnologie insieme a quelle già presenti hanno permesso nel 2017, la produzione da parte del Dipartimento di diagnostica per immagini, diretto da Sandro Santini, di circa 940mila esami, cioè quasi 3mila esami al giorno di media su una popolazione di un milione e mezzo di assistiti. Gli esami diagnostici comprendono: radiografie, tomografia computerizzata, risonanza magnetica, ecografie, mammografie, radiologia interventistica diagnostica e terapeutica. Dei 940mila esami, circa 420mila riguardano prestazioni per pazienti di pronto soccorso negli ospedali che sono dotati della struttura con servizi radiologici h24. Gli strumenti acquisiti garantiscono una diagnostica di alta qualità e si aggiungono al patrimonio delle apparecchiature destinate all’attività di radiologia diagnostica, presenti nelle strutture ospedaliere e territoriali dell’Azienda Sanitaria che conta 449 ecotomografi, 14 mammografi, 57 sistemi di diagnostica generale, 49 strumenti di alta tecnologia, 7 densitometri, 73 apparecchiature portatili, 15 ortopantomografi per un valore convenzionale di 67.299.000 euro.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.