“Calenzano simbolo della libertà di San Miniato”, la cerimonia

“Calenzano è la località simbolo della libertà che San Miniato ha riconquistato dopo anni bui. Per questo vogliamo rendere omaggio ai caduti che proprio qui hanno perso la vita, nell’ultima decisiva battaglia prima della Liberazione, deponendo una corona d’alloro alla pietra in loro ricordo”. Lo ha detto il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini alla cerimonia in occasione dei 74 anni dalla Liberazione di San Miniato, una cerimonia organizzata dal Comune di San Miniato in collaborazione con il Comitato Gori.

Ieri 24 luglio erano presenti anche il presidente del consiglio comunale Vittorio Gasparri, il parroco don Francesco Zucchelli, le associazioni e tanti cittadini. “Voglio esprimere – ha detto il sindaco – un sentito ringraziamento a tutte le associazioni che hanno collaborato perché questa manifestazione non venga dimenticata e un particolare ringraziamento a tutta la cittadinanza che si dimostra sensibile e attenta alla nostra storia. Celebrare la Liberazione di San Miniato è una cerimonia che è entrata a tutti gli effetti a far parte del calendario di iniziative istituzionali che vogliamo celebrare. La grande partecipazione che ogni anno abbiamo ci commuove e ci è di grande stimolo a proseguire”. Ad accompagnare la cerimonia sono state le musiche dell’Accademia Musicale di San Miniato Basso suonate dalla violinista Caterina Barbato.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.