Festa della battitura, il raccolto è di solidarietà foto

Il raccolto quest’anno ha superato le aspettative. Non solo quello del grano, ma piuttosto quello della solidarietà. Un raccolto da 1150 euro nette, pronto adesso a diventare beneficenza, a sostegno di tre differenti progetti nel segno della solidarietà.
È questo il bilancio dell’edizione 2018 della festa della battitura di Catelfranco, che si è svolta lo scorso sabato (21 luglio) negli spazi dell’azienda agricola di Marco e Stefano Francioni.

Una tradizione che viene da lontano, pensata per rivivere ogni anno quello spirito di festa e di comunità che un tempo caratterizzava la fine del raccolto, con la battitura del grano e infine con una grande cena collettiva tra le famiglie del posto. Uno spirito che ogni anno riempie gli spazi di via Quarterona, con l’immancabile battitura e l’esposizione di trattori e macchine agricole. Infine la cena, con una quota fissa più una parte a offerta, che ha permesso quest’anno di mettere assieme la cifra di 1150 euro. Adesso, come da tradizione, la somma raccolta sarà suddivisa in tre: una parte andrà a sostenere l’ospedale pediatrico Meyer per il progetto di accoglienza alle famiglie, una parte andrà all’associazione locale Il sorriso di Alisya e un’altra ancora all’Associazione italiana per la ricerca sul cancro.

Giacomo Pelfer

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.