Quantcast

Torna ‘Contemporanei scenari’ con 17 spettacoli

Un ricco programma tra teatro, danza, appuntamenti per i più giovani, conversazioni, letture, il tutto all’insegna dell’esplorazione dei linguaggi della scena teatrale contemporanea. È quanto prevede il cartellone dell’ottava edizione del festival multidisciplinare di drammaturgia contemporanea e performing arts Contemporanei scenari, che si svolgerà dal 20 al 23 settembre a San Miniato e il 28 e 29 settembre a Fucecchio.

Il festival è stato presentato questa mattina (19 settembre ) nella sala Barile di palazzo del Pegaso. Sono intervenuti il presidente dell’assemblea toscana Eugenio Giani, il consigliere segretario dell’ufficio di presidenza del consiglio regionale, Antonio Mazzeo, Chiara Rossi, vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di San Miniato, Alessio Spinelli, sindaco del Comune di Fucecchio, Enrico Falaschi, direttore del teatrino dei Fondi.

“Fa piacere vedere due realtà come San Miniato e Fucecchio che si sono unite, superando i campanilismi – ha detto il presidente Giani – Se si considera poi che si tratta di due territori ricchissimi dal punto di vista culturale, si capisce come, avendo accomunato gli sforzi, abbiano prodotto un festival di altissimo livello”. Antonio Mazzeo ha sottolineato che “questa iniziativa è una novità, ma anche una storia bella che si ripete: quella dei nostri territori che investono sulla cultura. E dove c’è cultura c’è futuro”.

Come ha spiegato il direttore artistico Enrico Falaschi, il festival, organizzato dalla compagnia teatrino dei Fondi con il sostegno dei Comuni di San Miniato e Fucecchio, Regione Toscana e Mibac, si svolgerà a San Miniato, in vari spazi del centro storico da domani (20 settembre) a domenica al nuovo teatro Pacini, nelle giornate di venerdì 28 e sabato 29 settembre. Il programma include 17 appuntamenti, di cui tre in prima regionale. Una cinquantina gli artisti coinvolti, tra i quali un significativo numero di compagini toscane e anche giovani “perché il festival – ha detto Falaschi – cerca di rispondere da sempre a istanze di rinnovamento della scena, di ricambio generazionale, ma anche di valorizzazione della produzione artistica toscana e di promozione della cultura teatrale tout court”. Il sindaco Spinelli ha messo in evidenza come “la programmazione riesca a coinvolgere varie fasce di pubblico, e ciò è importante”. Per Chiara Rossi “gli eventi faranno rivivere il centro storico, valorizzando il territorio”.
Per maggiori informazioni www.teatrinodeifondi.it

In allegato il programma completo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.