Quantcast

Un parcheggio per togliere i camion dalla provinciale

Riparte a sorpresa il progetto di sviluppo del centro Conad di Fontanelle, nella zona industriale di Capanne. Dopo il dietrofront di un anno fa, quando il Consorzio fece sapere di non essere più interessato ad ampliare i propri spazi ad est dell’attuale magazzino (leggi qui Case lesionate, preoccupazione dopo dietrofront Conad), la società è tornata a bussare nei mesi scorsi a casa della famiglia Rabazzi, proprietaria del terreno lungo via Kennedy candidato ad ospitare il primo lotto di lavori. Terreno che Conad ha già definitivamente acquisito nel mese di giugno, con l’obiettivo di realizzare un nuovo e grande parcheggio che promette di risolvere i problemi di viabilità lungo la provinciale Romanina.

Un intervento che il sindaco Giovanni Capecchi ha chiesto e ottenuto di inserire in un’apposita convenzione, in modo da obbligare il privato a portare a termine quei lavori promessi e annunciati ormai da troppi anni, con tanto di fideiussione a favore dell’ente pubblico. Se n’è parlato ieri sera (26 settembre), sui banchi del consiglio comunale, dove è stata approvata – con voto contrario dei consiglieri comunali di Progetto Insieme – proprio lo schema di convenzione con Conad. “Adesso che hanno acquistato il terreno – spiega il sindaco Capecchi – possono tornare a chiedere l’approvazione del relativo piano attuativo. Prima di quel passaggio, però, visto quello che è successo un anno fa, ci è sembrato giusto chiedere una convenzione, in modo da obbligare Conad ad eseguire le opere di urbanizzazione relative a viabilità e parcheggi. Opere che saranno tutte garantite da fideiussione, in modo che, qualora non fossero state ancora realizzate alla scadenza della convenzione, sarà il Comune a eseguire i lavori con i soldi di Conad. Visti i trascorsi, francamente, ci è sembrato il minimo”.
Il risultato, alla fine, dovrà essere una revisione complessiva di tutta l’area, che porterà al Comune di Montopoli anche una porzione di parcheggio a uso pubblico, un incasso di oltre 700mila euro e una provinciale finalmente libera dall’assedio dei mezzi pesanti. I lavori, infatti, prevedono la creazione di un grande parcheggio nel terreno compreso fra via Kennedy e l’attuale magazzino (di cui una porzione sarà ceduta al Comune), insieme all’allargamento della strada e della relativa rotatoria. A quel punto Conad smantellerà il parcheggio provvisorio per i dipendenti realizzato nel 2017 al di là della provinciale Romanina, andando poi ad acquistare l’area di sosta a ridosso della facciata del magazzino, rimasta fino ad oggi ad uso pubblico, per un importo di oltre 700mila euro. Resta in forse, invece, l’annunciata costruzione di un nuovo magazzino del fresco fra via Kennedy e la ferrovia. “Con l’approvazione del piano attuativo Conad avrà tutte le carte in regola per realizzare il nuovo magazzino – spiega Capecchi – ma deciderà in futuro se costruirlo o meno. Quel che è importante, piuttosto, è che prima si metterà mano ai parcheggi e alla viabilità. La questione sta tornando quindi sui giusti binari. Voglio essere garantito che i camion spariranno dalla strada, perché fino ad oggi ne abbiamo parlato tanto ma di fatti non se ne sono mai visti”.
Lo schema di convenzione è passato in consiglio comunale con il voto contrario del gruppo consiliare Progetto Insieme. “Un voto – ha spiegato il capogruppo Damiano Carli – motivato dal fatto che da sempre riteniamo discutibilissimo questo progetto dal punto di vista urbanistico ma anche dal fatto che non abbiamo potuto visionare in tempo i documenti. Tutta la documentazione ci è arrivata soltanto 7 ore prima dell’orario di convocazione del consiglio comunale. Abbiamo chiesto un rinvio che c’è stato negato: era impossibili arrivare preparati a quella discussione con queste tempistiche”. 

Giacomo Pelfer

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.