Quantcast

Maxi pulizia a Fucecchio: 30 mezzi abbandonati da rimuovere foto

Il primo è stato un furgone abbandonato in piazza Salvo D’Acquisto a Fucecchio. Ma un’altra 30ina di mezzi sarà rimossa nei prossimi giorni. E’ partita così l’operazione anti degrado della polizia municipale dell’Unione dei Comuni dell’Empolese Valdelsa.

Il nucleo territoriale Fucecchio Cerreto Guidi ha in programma la rimozione di circa 30 mezzi abbandonati su aree pubbliche sul territorio dei due comuni. Si tratta di veicoli in stato di abbandono, in alcuni casi anche a ridosso dei centri cittadini, in parte danneggiati o sprovvisti di copertura assicurativa. Essendo così per volontà dei relativi proprietari e non più in grado di circolare, vengono rimossi e demoliti dopo un’articolata procedura istruttoria. In questi casi la sanzione prevista per il proprietario del mezzo è di 600 euro, oltre alle spese di rimozione e demolizione, fino ad arrivare al recupero mediante cartella esattoriale e pignoramento. I casi di veicoli abbandonati o privi di copertura assicurativa rimangono piuttosto stazionari: nel 2016, solo sul territorio di Fucecchio, furono 16 quelli rimossi dalla polizia municipale, mentre nel 2017 le rimozioni furono 24.
“In questi casi – spiega il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli – è molto importante anche la collaborazione dei cittadini che spesso inviano alla polizia municipale segnalazioni di situazioni di degrado come quella dei veicoli danneggiati ed abbandonati lungo le strade. Invito tutti a continuare a farlo”.
Oltre che telefonicamente, le segnalazioni possono essere fatte anche per e mail scrivendo a polizia.municipale@empolese.valdelsa.it
“L’operazione della Polizia Municipale attualmente in corso – aggiunge Spinelli – credo sia veramente molto importante perché rimuove questi mezzi che rappresentano un problema ambientale e di decoro. Sono particolarmente soddisfatto che si inizino a vedere i frutti della riorganizzazione del corpo anche attraverso azioni sul nostro territorio come l’intervento dei giorni scorsi per bloccare il 43enne che picchiava la moglie e che è stato poi arrestato dai carabinieri (Picchia in strada la moglie, 43enne in carcere). La presenza sul territorio della polizia municipale, anche con pattuglie in orario serale e la collaborazione con i carabinieri credo che debbano rimanere un punto fermo della riorganizzazione che abbiamo avviato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.