Lega: “Impianti sportivi, cassonetti per chi non differenzia”

Tre cassonetti nella zona degli impianti sportivi di Castelfranco di Sotto fanno sollevare i dubbi (e le polemiche) della Lega. Secondo il partito di Salvini, infatti, i cassonetti sarebbero a ‘servizio’ di coloro che occupano parte del parcheggio con le roulotte. Occasione, questa, anche per fare dell’ironia sulla questione del restyling della fontana alla rotonda.

“La voglia di restyling pare farla da padrone tra i nostri bravi amministratori – dice la Lega – Dopo la fontana sul ponte, adesso tocca al parcheggio nella zona degli impianti sportivi dove, da qualche giorno, è stata posta una installazione in linea con lo stato di degrado e abbandono in cui versa questa zona: tre bei cassonetti neri pieni di immondizia varia”. “Si tranquillizzino – commenta la Lega – coloro che, nemmeno tanto simpaticamente, ci hanno accusato di non comprendere l’arte: lo sappiamo benissimo che non sono altro che tre cassonetti dell’immondizia. Però dell’arte in tutto ciò c’è: è l’arte di male amministrare e di non aver rispetto per i propri cittadini. Per quale motivo sono stati collocati lì quei cassonetti? Sono forse stati posti a servizio di chi occupa quel parcheggio con le proprie roulotte? E se così fosse, per quale motivo queste persone dovrebbero essere esonerate dal fare la raccolta differenziata? Mica crederete che non siano in grado di separare la plastica dalla carta e dall’organico?”.
“Se davvero – conclude la nota – questi cassonetti sono destinati a raccogliere i rifiuti di chi usufruisce di questa area, imporre anche a loro di differenziare i propri rifiuti sarebbe stato doveroso e rispettoso non solo nei confronti dell’ambiente ma anche e soprattutto dei castelfranchesi, che alla differenziazione dei rifiuti sono obbligati e che il servizio di raccolta lo pagano pure profumatamente. Ma si sa, noi quest’arte del male amministrare proprio non la comprendiamo”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.