“Impegni prima che festa”, il lungo 8 marzo di Fucecchio

In occasione della giornata internazionale della donna, Fucecchio ha un programma di eventi promosso dall’amministrazione comunale, attraverso l’assessorato alle pari opportunità e in stretta collaborazione con la rete di associazioni presenti sul territorio, per celebrare i diritti conquistati dalle donne e per sottolineare come in Italia siano ancora molti i passi in avanti da compiere per arrivare ad un’effettiva parità di genere.

Il calendario parte dal 7 marzo con Storie al femminile, un incontro a cura di Auser e il coordinamento donne di Spi Cgil Fucecchio. L’incontro è previsto per le 15 alla fondazione I Care. La giornata dell’8 marzo, invece, sarà occupata da tre eventi: alle 15 la comunità Le Vele racconta le donne attraverso la lettura di poesie e canzoni a cura del coordinamento donne di Spi Cgil e l’associazione Volontati ospedalieri. Alle 20 al circolo Pacchi una mostra fotografica sull’emancipazione femminile dal titolo Le donne nel villaggio globale. Infine, alle 21 al Frantoio a Parco Corsini, Dulce, ideato e diretto da Firenza Guidi, accende i riflettori su poetesse, scienziate, ballerine, artiste legate fra loro da un solo elemento: il suicidio. Sabato 9 marzo Vincere in rosa, un dibattito sul tema donne e sport che si terrà alla fondazione Montanelli Bassi, organizzato dall’assessorato alla pari del comune di Fucecchio. Martedì 12 marzo Giovanna Fantozzi presenterà il suo ultimo romanzo da titolo Una domenica qualunque, a cura della sezione soci Coop di Fucecchio in collaborazione con la biblioteca comunale Indro Montanelli. L’appuntamento è per le 18 al centro commerciale in via di Fucecchiello. Il 14 marzo un momento di poesia e danza organizzato dal movimento Shalom e dall’associazione Laps per tutte le donne del mondo contro l’indifferenza. Alle 21,15 nella sede del movimento shalom. Il 16 marzo invece, si parlerà di lavoro insieme a Silvia Mozzorecchi della segreteria provinciale Spi Cgil: Il lavoro delle donne ed i loro diritti sindacali, a cura di Popoli uniti alle 16 nella sede del movimento Shalom. Infine, ultimo incontro del mese, il 22 marzo Stop al rosa in cronaca nera, un dibattito sul tema della violenza di genere nei locali del circolo Pacchi e organizzato dal centro aiuto Donna Lilth alle 19,30.  “L’8 marzo – commenta l’assessore alle pari opportunità Antonella Gorgerino – è una giornata di impegno prima ancora che di festa. Occorre fare ancora molto per informare e sensibilizzare le persone sul tema della parità. Vogliamo celebrare le donne che sono riuscite a conquistare quei diritti che le donne di oggi danno per scontati: il diritto al voto, l’uguaglianza sul lavoro, la parità di genere, tutte cose ottenute grazie alle lotte di grandi donne del passato. Celebrare queste conquiste è anche un modo per ricordare che tanto rimane ancora da fare affinché nel nostro paese progredisca ulteriormente un’effettiva cultura della parità che ancora troppo spesso rimane soltanto sulla carta”.  “In questi 4 anni – aggiunge Sabrina Mazzei, presidente della commissione elette e nominate – siamo riuscite a rafforzare la sinergia tra amministratrici e le componenti femminili delle associazioni di volontariato del nostro territorio, portando avanti progetti comuni con l’obiettivo di promuovere, sostenere e raccordare le esperienze di vita delle Donne, italiane e straniere”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.