Quantcast

Consulte, Coppola: “Basta con la demagogia”

“Una notazione sulle presunte categorie create dal sindaco Parrella che contrappongono i liberi cittadini apolitici ai cittadini schiavi della politica. Mi chiedo e chiedo al Sindaco se ha letto la lista dei candidati alle consulte delle elezioni del 10 marzo? O i sette candidati di cui una anche dirigente regionale di un sindacato, che fanno parte delle Commissioni consiliari in quota maggioranza di destra e che erano candidati nelle Consulte, in quale delle due categorie le inserisce? Allora chiudiamo con la demagogia e passiamo a lavorare per dare vita e corpo ad uno strumento che noi – come Lista – riteniamo importante per la partecipazione e la democrazia nel nostro Comune”.Con queste parole Sergio Coppola, capogruppo della lista Santa Maria a Monte di tutti attacca Ilaria Parrella, sindaca del comune, dopo che il Tar ha ritenuto illegittimo il regolamento per la candidatura alle consulte di territorialità.

“Il Tar ha dato ragione al ricorso che la lista Santa Maria a Monte di Tutti ha fatto presentare da due suoi componenti Claudio Remorini e Fabio Antichi – continua Coppola – Il regolamento era sbagliato, la dove escludeva alcune categorie di cittadini dalla possibilità di  autocandidarsi alle elezione delle Consulte di Località. La sentenza annulla tutti gli atti precedenti e ordina all’ autorità amministrativa, il Comune, di eseguire la sentenza e condanna il Comune al pagamento delle spese di giudizio. In pratica il Comune dovrà modificare il regolamento togliendo le esclusioni, riaprire con un bando le iscrizioni per le autocandidature e indire nuove elezioni per le Consulte. Questo é il risultato che indica la sentenza del Tar della Toscana”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.