Turismo, Gozzini: “Ricettività cresciuta del 100 per cento” foto

“La ricettività è cresciuta del 100 per cento e in dieci anni, dal 2008 al 2018 gli arrivi sono aumentati del 113 e le presenze del 49 per cento. Anche il centro storico tiene e migliora negli ultimi anni e buoni risultati anche sui musei”. Questi i numeri sul turismo forniti da Giacomo Gozzini, assessore al comune di San Miniato ieri martedì 2 aprile alla conferenza sul turismo all’interno del comune.

Gli arrivi sono il numero di persone che hanno pernottato almeno una notte a San Miniato, mentre le presenze sono l’indicatore che misurano il numero di pernottamenti. “È importante parlare di turismo – ha detto Gozzini – anche per questioni di trasparenza, per sapere cosa fa uno mentre ricopre una carica pubblica. E visto che questa è la mia ultima iniziativa pubblica voglio dire che sicuramente il prossimo assessore al turismo sarà più bravo di me, ma metterci più impegno e passione di quelli che ci ho messo io, credo che sarà impossibile”. Poi Gozzini rilancia i progetti per il futuro: dal completamento della Romea strada e della pista sull’Arno a una variante urbanistica per le nuove strutture di tipo campeggistico, fino all’incremento del Dicembre sanminiatese con presepi e concerti. “Il nostro compito è quello di tutelare le tre B di San Miniato: bellezza, buon vivere e buongusto”. Ecco che in una frase Delio Fiordispina spiega cosa fa San Miniato promozione, ente da lui presieduto. San Miniato promozione è l’agenzia che si occupa del turismo nella città della rocca e gestisce gli uffici di accoglienza per i visitatori e organizza le manifestazioni su tutto il territorio, non solo la Mostra Mercato del tartufo. “Abbiamo agganciato il nostro sito alle prenotazioni dirette di booking.com e abbiamo fatto il sito in inglese. Quest’anno, abbiamo avuto nel bilancio, un utile di 11mila euro e, come ogni anno, la maggior parte dei ricavi, in questo caso 256mila euro sono le entrate del tartufo”. Da sempre, la cosa più importante per vendere un prodotto, è saperlo presentare attraverso una buona comunicazione. E San Miniato promozione si occupa anche di questo. Cesare Andrisano, vicepresidente di San Miniato promozione ha spiegato come si fa a promuovere in modo efficace un prodotto: “I social rimangono i più efficaci: al primo posto c’è Facebook, ora Instagram sta prendendo piede ma li servono le foto. Il trucco è fare accordi, convenzioni. Per la mostra mercato – unica mostra mercato sostenibile in Italia, come ha ricordato Fabrizio Mandorlini che ne ha curato la comunicazione – abbiamo stretto accordi con Trenitalia che lanciava annunci dallo speaker. I cuochi stellati che sono venuti da noi, nei loro menu scrivono che usano il tartufo bianco di San Miniato”. Poi Andrisano ha sollevato alcune criticità sui dati forniti su base territoriale. “Il nuovo brand Terre di Pisa offre i dati relativamente a diversi comuni – ha detto – ma così non mi dice niente su San Miniato”. Alla serata dedicata al turismo era presente anche Antonio Mazzeo, consigliere regionale: “Lo dico prendendomi anche parti della responsabilità: se Toscana Promozione avesse lavorato come San Miniato Promozione, forse i numeri sarebbero migliori anche a livello regionale”.

Giuseppe Zagaria

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.