Turismo, 12mila arrivi in più in 10 anni

San Miniato, città della rocca, si sta accreditando come uno dei borghi più conosciuti della Toscana. Di fatto, proprio due giorni fa, martedì 2 aprile si è tenuto un incontro al conservatorio di Santa Chiara per fare il punto della situazione, numeri alla mano. I relatori, tra cui Delio Fiordispina e Cesare Andrisano, rispettivamente presidente e vice di San Miniato Promozione, Fabrizio Mandorlini, responsabile della comunicazione della Mostra Mercato, Vittorio Gabbanini e Giacomo Gozzini, sindaco e assessore al turismo di San Miniato avevano parlato di percentuali notevolmente in aumento sia per gli arrivi che per le presenze.

Le slide di Gozzini, in particolare indicavano un aumento degli arrivi, numero di coloro che hanno dormito almeno una notte a San Miniato, del 113 per cento e un incremento delle presente, numero di pernottamenti complessivo, del 49 per cento in 10 anni. In termini assoluti, questo vuol dire che se al 31 dicembre 2008 gli arrivi a San Miniato erano 10678 e le presenze 35865, in 10 anni, i dati aggiornati al 31 dicembre 2018 dicono che nel comune di San Miniato il numero di arrivi è stato di  22757 e  le presenze 53466. Dunque sono più che raddoppiati gli arrivi ed è aumentato il periodo di permanenza dei turisti.  La rilevazione si basa sulla comunicazione delle stesse strutture ricettive e il servizio di elaborazione statistica è oggi gestito, per tutti i comuni della Provincia, dal comune di Pisa. In precedenza il servizio era gestito dalla Provincia e oggi, dopo una fase di transizione, è di nuovo a regime al comune di Pisa. “I dati sono buoni – commentano il sindaco Vittorio Gabbanini e l’assessore Giacomo Gozzini -, e sono addirittura impressionanti se li confrontiamo nell’intervallo dei  dieci anni del nostro mandato amministrativo. Infatti al 31.12.2008 gli arrivi a San Miniato erano 10.678 e le presenze 35.865. In definitiva la matematica ci dice che negli ultimi dieci anni gli arrivi sono cresciuti del 113  per cento e le presenze del 49 per cento. In questi numeri ritroviamo i frutti del lavoro di tutti gli operatori, gli enti, le associazioni e le istituzioni che hanno creduto ed investito nel nostro territorio. Oggi San Miniato può davvero guardare al futuro con fiducia e ottimismo”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.