Romaiano-Pontedera leva 2008, primi con 2 giornate di anticipo

Partire da una squadra di una frazione e portarla alla vittoria del campionato è impresa ardua, ma non impossibile. Farlo con una società che rifiuta i meccanismi di selezione ed esclusione ormai imperanti nel calcio e che valorizza invece le risorse che ha, è segno di una società matura e competente. Questa è la storia del Romaiano, squadra della frazione di San Donato di San Miniato da poco affiliata con il Pontedera ed entrata nella competizione dei professionisti.

Hanno ‘schiacciato’ il San Giuliano per 4 a 0 nell’ultima partita, confermando così il primo posto nella classifica di Calciopiù e anche se ci sono ancora due partite di recupero da giocare ormai i bambini del 2008 sono matematicamente insuperabili. Da sottolineare che la vetta è stata conquistata in un campionato esordienti di squadre del 2007 e all’età di dieci o undici anni anche solo una stagione, fa la differenza. Non si sono curati della prestanza fisica o dell’anno in più i calciatori del Romaiano Pontedera, hanno vinto grazie al gioco di squadra. Con la vittoria della settima gara su dieci la squadra chiude un campionato in cui l’ha fatta da padrone. Un risultato ancora più importante se si pensa che le squadre avversarie hanno scelto i loro calciatori dopo attente selezioni e smembramenti. Hanno giocato anche con società blasonate come il Pisa, che riesce a scegliere i propri allievi quasi da tutta la provincia. I 2008 del Romaiano Pontedera, invece, vengono tutti da Romaiano, sono cresciuti insieme e si sono aiutati a vicenda ed è migliorato l’intero gruppo. Questo è testimoniato anche dal numero di marcatori durante il campionato: la squadra è quella che è andata più volte a rete ed hanno segnato tutti. Soltanto un giocatore, Vittorio Ciampi, arriva da Empoli. Un po’ per amicizia, o forse stufo delle logiche calcistiche che guardano solo al leader in grado di sfondare, ha deciso di spostarsi al Romaiano e nonostante un grave infortunio che gli è costato la rottura del radio, è stato il marcatore con più reti, cinque. Questo grazie a Giuseppino Argentesi, allenatore che ha saputo mettere da parte l’arrivismo e ha coltivato i valori di gruppo e il rispetto delle regole. Una testimonianza del fatto che anche se si valorizza la squadra e non il singolo individuo si possono ottenere grandi soddisfazioni. Nella classifica di Calciopiù il Romaiano Pontedera è primo con 23 punti, seguito dal Cascina con 19 e Bellaria cappuccini a 18. Una delle partite di recuperò sarà proprio con la seconda in classifica, ma ormai sono matematicamente saldi alla vetta.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.