Una santa messa per inaugurare l’oratorio del Loretino foto

“Spero che chi verrà dopo di noi avrà voglia di continuare su questa strada”. Lo dice il sindaco di San Miniato a fine mandato Vittorio Gabbanini presentando l’oratorio del Loretino dopo gli importanti lavori di restauro che lo hanno interessato. Una celbrazione che è stata coronata questa mattina anche da una messa “nel cuore del palazzo comunale) da Mons. Andrea Migliavacca. 

A presentare il progetto triennale di restauro (2016-2019), interamente finanziato dalla Fondazione CRSM e suddiviso in due stralci, sulla base di un criterio di urgenza degli interventi, sono stati gli amministratori del Comune di San Miniato, alla presenza dell’architetto Maria Grazia Tampieri e della storica dell’arte Maria Grazia Ristori della soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio delle Province di Pisa e Livorno.

Ad entrare nel merito degli interventi sono stati i restauratori Lidia Cinelli, Francesco Bartolommei, Sandra Pucci e Luigi Nieri che hanno illustrato i lavori e il percorso che hanno condotto in questi mesi. La prima fase dei lavori, iniziata nel 2017, ha interessato il portone d’ingresso, la piccola porta centinata sulla destra, le due panche a muro nella navata insieme alle pedane, le tre panche, la porta della sagrestia e la disinfestazione antitarlo dell’altare dorato. Nella seconda fase (2018-2019) l’intervento più importante è quello di razionalizzazione dell’impianto elettrico, con il quale è stato ripensato anche il sistema di illuminazione delle varie opere conservate, con un significativo miglioramento delle prestazioni energetiche. In questa seconda fase sono stati restaurati anche l’altare, la tavola dipinta di San Miniato, e sono state recuperate le porte in legno, oltre alla pulitura del portale e della finestra in pietra, al consolidamento e restauro della pavimentazione del presbiterio e delle figure interne. Al termine della mattinata il vescovo di San Miniato Andrea Migliavacca ha celebrato una Messa all’interno del Loretino, ultima celebrazione prima dell’inizio delle cerimonie della settimana dedicata alla Pasqua. (ndm)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.