Vigili in agitazione, Ramello: “Fallimento Unione Comuni”

Stato di agitazione per il personale della polizia municipale dell’Unione Empolese Valdelsa, la solidarietà della candidata sindaco di Fucecchio per il centrodestra Sabrina Ramello.

“Prendiamo atto – dice la candidata – di come il progetto di una polizia municipale “allargata” ai territori degli undici comuni sia definitivamente naufragato. Un fallimento da addebitarsi principalmente alla presidente dell’Unione e sindaco di Empoli, Brenda Barnini, ed al sindaco di Fucecchio, con delega alla municipale, Alessio Spinelli, che non hanno saputo coordinare gli altri sindaci verso un progetto unico fornendo agli stessi ed agli organi tecnici, gli strumenti e le risorse necessarie per poter lavorare al meglio. Apprendiamo infatti che gli agenti attualmente in organico sono 86 a fronte dei 106 iniziali alla data dell’1 gennaio 2014. Questo vuol dire che il personale congedatosi o trasferito non è stato sostituito e non sono state fatte nuove assunzioni, sebbene proprio Spinelli più volte abbia asserito agli organi di informazione che il passaggio definitivo all’Unione, avvenuto l’1 gennaio 2018, era proprio propedeutico a poter assumere personale”.
“Apprendiamo inoltre che gli uffici, cosiddetti trasversali – prosegue la nota – che avrebbero dovuto essere le fondamenta della struttura non sono state create, ed addirittura l’ufficio che si occupa delle retribuzioni e buste paga è stato esternalizzato, il che è un vero eproprio controsenso,  con ulteriori costi ed aggravi. L’Unione dei Comuni è diventata, in breve tempo, l’ennesimo carrozzone targato Pd, un autentico colosso con i piedi d’argilla che grava sulle tasche dei cittadini”.
“Questo – conclude Ramello – è l’ennesimo fallimento del nostro primo cittadino, in questo momento tutto preso a distruggere aiuole, spartitraffico e dossi, con evidente spreco di denaro pubblico. Se Spinelli avesse dedicato uguale impegno nella riorganizzazione della polizia municipale, adesso non saremmo di fronte all’ennesimo stato di agitazione del personale, il quarto in cinque anni, un autentico record negativo di cui nessuno, sia nella maggioranza e sia nell’opposizione, crediamo ne vada fiero. Riprendiamoci la funzione della polizia municiapele per il presidio e la sicurezza del nostro territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.