Quantcast

Polo culturale e patto lavoro nel programma di Capecchi

Democratici per Montopoli, presentato il programma. Ieri (9 maggio) il candidato sindaco Giovanni Capecchi ha esposto i punti qualificanti in vista delle elezioni del 26 di maggio.

“Potrei dirvi – ha esordito Giovanni Capecchi – che per il nostro Comune occorre incentivare lo sviluppo, il turismo, il commercio e la sicurezza, ma se non viene specificato come raggiungere questi obiettivi, con quali risorse e con quali strumenti, queste rimangono soltanto enunciazioni prive di significato”.
Capecchi è entrato nel merito, parlando delle proposte che intende mettere in campo. “La gestione dei conti pubblici degli ultimi anni da parte della nostra amministrazione ci permette, adesso, di realizzare quelle opere strategiche che consentiranno a Montopoli di fare un salto di qualità che la nostra città merita – ha continuato – a partire, ad esempio, dalla circonvallazione di Montopoli e dal progetto di riqualificazione della stazione di San Romano, il quale non sarà solamente un intervento di messa in sicurezza, ma anche di miglioramento dell’assetto urbanistico, della viabilità e della mobilità, attraverso l’installazione del nuovo terminal dei pullman e della piazza pedonale antistante all’ingresso della stazione stessa”. A ciò si unisce anche il recupero e i lavori di riqualificazione della Villa Dolphin-Camalich, adiacente alla nuova biblioteca comunale. “Nostra intenzione è quella di dar vita a un nuovo polo culturale, che possa essere punto di riferimento e casa per tutte le associazioni culturali attive sul territorio – ha affermato Giovanni Capecchi – ma vogliamo valutare tutte le opzioni, potendo anche ricorrere a un percorso partecipativo con la cittadinanza per verificare tutte le opzioni possibili”.
Nel programma di Democratici per Montopoli, non solo infrastrutture materiali. “Pensiamo che il nostro Comune dovrà dotarsi anche di infrastrutture digitali, che consentano a cittadini e imprese di muoversi rapidamente su internet – ha spiegato Giovanni Capecchi – per questo abbiamo prontamente aderito al bando della Regione Toscana per la stesura della fibra ottica, oltre a proporre lo sviluppo di una applicazione che consenta a tutti, residenti e turisti, di poter interagire in maniera più semplice ed immediata con i servizi comunali”.
Intervento immateriale, ma di grande importanza, è quello che Capecchi intende realizzare per l’occupazione e le attività commerciali del territorio. “Vogliamo istituire un nuovo patto per il lavoro, che garantisca assunzioni per le cittadine e i cittadini del territorio di Montopoli – ha detto Giovanni Capecchi – e lo faremo grazie a una stretta collaborazione con le imprese e con le attività commerciali, per le quali predisporremo un piano di sgravi fiscali e di incentivi, soprattutto per chi volesse aprire un nuovo esercizio nel centro storico di Montopoli e in tutte le frazioni del Comune, ma senza dimenticare chi già vi lavora”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.