Lega S.Miniato, la lista: “Stop a 70 anni di malgoverno” foto

di Nilo Di Modica

Presentazione in grande stile per i candidati della Lega in appoggio a Michele Altini ieri pomeriggio, nella gremita sede del comitato elettorale a San Miniato Basso, in via Codignola, a pochi passi dalla Coop.

I sedici candidati con i quali la Lega tenterà, insieme agli alleati, di conquistare la città della Rocca si sono fatti avanti uno ad uno alla presenza dell’assessore leghista all’ambiente di Cascina Luciano Del Seppia, del segretario provinciale del partito Gabriele Gabbriellini e dell’onorevole Edoardo Ziello. “Mi piace sottolineare che sono uno di voi, io che ho fatto il liceo a San Miniato e sono nato a San Pierino – ha esordito Del Seppia. – Quel liceo dove in tempi bui non è stato facile avere le idee politiche che avevo, io che da solo la pensavo diversamente da tutta la mia classe. Vedere qua a San Miniato così tanta gente ovvi che la pensa come me mi apre il cuore e mi fa ben sperare. Come a Cascina tre anni fa, i cittadini stanno aprendo gli occhi. E spero che anche qui, a proposito delle cose di cui mi occupo in prima persona da assessore, si possano raggiungere i notevoli risultati che stiamo registrando proprio a Cascina, divenuta in pochi anni la prima città della sua grandezza per percentuale di raccolta differenziata”.

A dare man forte anche l’onorevole Ziello, che elencando i “tanti successi del governo nazionale per la sicurezza, contro gli sbarchi, per sbloccare le grandi opere e dare la possibilità ai cittadini di divendersi in casa propria” ha fatto un lungo discorso di incoraggiamento al candidato sanminiatese, annunciandogli come “la prima cosa di cui si dovrà occupare insieme da primo sindaco della Lega a San Miniato, insieme agli altri suoi colleghi sindaci e alla Regione che governeremo l’anno prossimo, sarà di rimettere mano alle infrastrutture come la superstrada”. “San Miniato è una realtà complessa, ma la nostra è una squadra che può farcela, composta di persone rispettabili” ha detto Ziello, che rivolgendosi al candidato sindaco ha detto: “passerai alla storia per aver vinto contro il candidato scelto non dai cittadini e dagli iscritti del suo partito, ma dall’establishment renziano”.

Ad attaccare frontalmente il candidato del centrosinistra Simone Giglioni c’ha pensato poi Altini. “Qui ci sono in sala persone che con me hanno fatto un percorso politico di lungo corso – ha detto il candidato del centrodestra. – Io non ricordo un altro periodo in cui i nostri avversari politici abbiano avuto le facce da funerale come in questi giorni. Abbiamo una grossa responsabilitò e teniamo grandissime carte in mano. In questi giorni ci accuseranno di tutto, ma potranno solo usare le armi della diffamazione. E tanto per replicare al candidato renziano Giglioli che sulla stampa e alle tv va a dire che loro sono tutte persone perbene: “noi siamo tutte persone per bene. E lo dico sapendo di parlare ad un candidato sindaco che ha una denuncia per diffamazione sulle spalle”.

Ecco i candidati (nelle foto, in galleria): Federico Gregorini (43 anni, avvocato), Isabella Biancalani (40 anni, casalinga), Fabio Botrini (47 anni, avvocato), Beatrice Calvetti (51 anni, imprenditrice), Gian Maria Carmignani (40 anni, operaio), Carlo Ciccarese (61 anni, impiegato bancario), Araya Cintelli (34 anni, ex responsabile segreteria da due mesi mamma a tempo pieno), Nunzio Ditta (55 anni, operaio), Sandro Fedi (42 anni, imprenditore), Roberto Ferraro (71 anni, ex quadro direttivo azienda di credito in pensione), Massimo Fogli (56 anni, libero professionista), Stefania Giurlani (47 anni, impiegata), Tania Lucchesi (49 anni, commerciante), Silvia Maestrelli (43 anni, commerciante), Leonardo Rimicci (37 anni, imprenditore), Matteo Saladino (23 anni, operaio).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.