Cento chili di rifiuti al giorno raccolti sulle strade di Fucecchio foto

“Le strade sono di competenza della Città Metropolitana ma la rimozione dei rifiuti dalle banchine e dai fossi la pagano i cittadini di Fucecchio. A questo punto sarebbe opportuno che fosse il Comune stesso a gestire i fondi per la manutenzione di queste strade, almeno coordineremo gli interventi al meglio”. Lo dice il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli dopo 4 giorni di pulizia in cui gli operatori di Alia, con un servizio richiesto dal Comune, hanno rimosso 440 chili di spazzatura tra bottigliette di plastica, contenitori di vario materiale, carte e rifiuti di ogni genere.

L’intervento ha interessato alcuni tratti della Sr 436, della Sp 15 e della Sp 11. “E’ un impegno – spiega Spinelli – che facciamo volentieri perché ci permette di mantenere in uno stato decoroso le banchine della strade provinciali. La Città Metropolitana di Firenze ci ha spiegato che loro hanno competenza solo sul taglio della vegetazione ma che la rimozione dei rifiuti spetta al Comune. Ci siamo attrezzati e con il gestore della raccolta dei rifiuti, Alia, abbiamo organizzato un servizio di pulizia che viene svolto sulle strade provinciali subito dopo che la Città Metropolitana ha effettuato il taglio del ‘verde’. Non entro nel merito delle competenze però mi pare che sarebbe tutto molto più semplice se a gestire le strade fosse un unico ente per tutti i tipi di intervento di pulizia. Ritengo che il Comune, se avesse i fondi che vengono destinati al taglio del verde, potrebbe coordinare al meglio l’intera operazione di pulizia senza che tra i due interventi passi del tempo nel quale le strade si presentano sporche agli occhi di chi le percorre”.
Il sindaco, poi, si sofferma anche su coloro che causano questa situazione perché la quantità di rifiuti raccolta in 4 giorni alla fine di giugno denota che ancora ci sono tante persone che lanciano rifiuti dalle proprie auto in corsa. “Stiamo parlando di come gestire al meglio gli interventi di pulizia ma il problema, a monte, è quello dell’inciviltà di tanti cittadini che continuano a gettare rifiuti dai finestrini della auto causando danni ambientali e di immagine al nostro territorio. Se non facciamo un salto in avanti da un punto di vista dell’educazione e del rispetto della natura, possiamo organizzare tutti i servizi che vogliamo, anche in maniera perfetta, ma il problema definitivamente non lo risolveremo mai”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.