Quantcast

Montopoli Valdarno, nuovo sistema di pulizia delle strade

Per il momento, ma solo per il momento, gli agenti della Polizia municipale non procederanno alla rimozione dei veicoli in sosta. E’ bene, però, abituarsi a rispettare i cartelli che regolamentano le attività della spazzatrice automatica. Sul territorio comunale di Montopoli Valdarno, infatti, sono stati installati i nuovi cartelli che avvisano del servizio. Un servizio, negli intenti dell’amministraazione, volto a garantire “una miglior pulizia e una più adeguata manutenzione delle strade”.

Il progetto è frutto della sinergia tra l’assessorato all’ambiente e lavori pubblici e quello alla sicurezza e polizia municipale. La Municipale infatti sarà impegnata su più fasce orarie e in località sempre diverse, per garantire un efficace svolgimento delle operazioni di spazzamento.
“Le risorse – spiega l’assessore Roberta Salvadori – che sono state impiegate dall’Amministrazione per l’attività di spazzamento automatico sono un investimento dell’intera comunità per questo abbiamo pensato fosse giusto sostenere le operazioni di spazzamento attraverso il dispiegamento della Polizia Municipale. Insieme alle nostre concittadine e ai nostri concittadini vogliamo dar vita a un circolo virtuoso in modo tale che si possa creare una vera e propria spinta educativa che garantisca maggior decoro all’interno del territorio comunale”.
“Con l’affissione dei cartelli di divieto di sosta per lo spazzamento – aggiunge l’assessore Alessandro Varallo – si conclude un attento lavoro di studio dei percorsi e dei relativi tempi di percorrenza per rendere più efficiente ed efficace il sistema e arrecare il minor disagio possibile alla cittadinanza, cercando di limitare il più possibile il tempo di divieto nelle singole strade e tenendo conto delle varie attività presenti nelle varie frazioni”. L’impiego della polizia municipale è parte di un programma più ampio e sostanzioso che riguarderà tutto il territorio e che è attualmente allo studio dell’Amministrazione.
“Opereremo una revisione e una riorganizzazione del territorio comunale – conclude Salvadori – per garantire così una più efficace garanzia e regolamentazione delle soste”. Il piano, in maniera più sistematica e organica, prenderà corpo a partire da settembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.