Quantcast

Botteghe scalda i motori, tutto pronto per il raduno

All’appuntamento arriveranno appassionati e collezionisti da tutta la zona e anche da fuori regione, ciascuno con i propri “gioielli” tirati a lucido. Si scaldano i motori a Le Botteghe per la quinta edizione di “Quelli che guidano la storia”, il grande raduno di auto e moto d’epoca in programma sabato pomeriggio, 7 settembre, nella frazione del comune di Fucecchio.

Ideato e organizzato dal gruppo della parrocchia con la collaborazione delle altre associazioni del paese, l’evento porterà in mostra almeno 150 veicoli tra auto e moto, a cominciare da quelle del Moto club Guzzi di Empoli che ha garantito una partecipazione massiccia, insieme a tantissimi altri appassionati e possessori, del circondario e non solo, per i quali il raduno di Botteghe rappresenta ormai una tappa fissa. Tre i momenti distinti che caratterizzeranno l’iniziativa, inserita all’interno della Sagra del Galletto nostrale. Si comincia dalle 14,30 in poi con il raduno e l’iscrizione di tutti i mezzi partecipanti, che resteranno in mostra nella piazza di fronte al circolo Arci di Botteghe fino alle 17,30. A quell’ora, infatti, prenderà il via l’immancabile e rombante carovana per le strade e le colline di Fucecchio, attraverso un itinerario che toccherà il capoluogo per poi salire tra le colline delle Cerbaie fino al Santuario della Madonna alla Querce, dove la comitiva si fermerà intorno alle 19 per un aperitivo. Da lì, passando da Massarella, il gruppo tornerà a Le Botteghe per le premiazioni e la cena conclusiva all’interno della sagra. Nell’occasione saranno assegnati premi speciali per l’auto e la moto più antiche e per quelle arrivate da più lontano, insieme al premio per il conducente più giovane e per quello più anziano. Il risultato dell’evento, alla fine, sarà prima di tutto una bella giornata di festa per il paese. (g.p.)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.