Savelli miglior tiratore, prova di tiro in Empolese Valdelsa

Cinquanta colpi a seduta, sparati da una distanza dal bersaglio di 25 metri con l’arma di ordinanza in dotazione agli agenti di pubblica sicurezza della polizia municipale dell’Unione Empolese Valdelsa, una Beretta calibro 9×21. Una sessione di tiro operativo obbligatoria diventa una gara tra agenti e anche un modo per trascorrere una giornata insieme.

Come avviene nei corpi di polizia locale di tutta Italia, anche gli agenti della polizia municipale dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa hanno l’obbligo di effettuare il regolare addestramento con esercitazioni di tiro operativo che si devono ripetere almeno tre volte l’anno. Questo è indispensabile per il personale che riveste la qualifica di agente di pubblica sicurezza, per il corretto uso delle armi assegnate. Le esercitazioni e le prove si sono svolte nei poligoni di Empoli e Fucecchio. Come avvenuto lo scorso anno, l’occasione delle prove di abilità è divenuta, su impulso del Tiro a Segno Nazionale, anche una gara interna al personale della polizia municipale. E martedì scorso, 8 ottobre, si è svolta la premiazione, per la prima volta al Cenacolo degli Agostiniani di Empoli. La cerimonia è iniziata con un minuto di raccoglimento per gli agenti di polizia uccisi recentemente all’interno della Questura di Trieste.  Presenti, tra gli altri, il sindaco di Montelupo con delega alla polizia municipale Paolo Masetti e l’ormai ex comandante della polizia municipale dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa Annalisa Maritan. La classifica non è la cosa più importante, ma c’è, quindi: il miglior tiratore è Enrico Savelli. Poi Doriano Gellini, Gianluca Cavallini, Riccardo Maltinti, Alessia Spadoni, Fabrizio Bini, Silvia Laschetti, Mariano Labita, Daniele Faleburle, Sabrina Pasquinucci.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.