Chianina, libri e mercato straordinario a Castelfranco

Un’occasione per incontrarsi nel centro storico di Castelfranco di Sotto, per assaporare il gusto dell’autunno con i prodotti tipici del territorio, per far divertire i bambini. Domenica 27 ottobre torna il mercato straordinario che si aggiunge alla sagra del porcino e della chianina e il tutto viene arricchito dal Festival della lettura.

L’evento è organizzato dall’amministrazione comunale con il supporto di Confesercenti. Dalla mattina alla sera, oltre 50 banchi coloreranno le piazze e strade del centro, insieme all’allestimento di strutture gonfiabili per la gioia dei più piccoli. Lungo Largo Carlo Alberto, nel pomeriggio, ci saranno giochi in legno per intrattenere bambini e ragazzi insieme ai loro genitori. Tra le bancarelle ci saranno sia gli ambulanti professionisti del mercato tradizionale, sia gli hobbisti che espongono le loro creazioni di artigianato, antiquariato, vintage e prodotti a chilometro zero del mercato agricolo.
Il mercato straordinario va ad arricchire una domenica già piena di eventi: la sagra del porcino e della chianina, giunta alla settima edizione, si propone di salvaguardare le tradizioni gastronomiche e promuovere la filiera corta. Alla casa del popolo di Castelfranco saranno serviti i prodotti delle aziende del territorio, come il pastificio Morelli di San Romano, l’olio del Frantoio Sanminiatese de La Serra. La sagra continuerà fino al 3 novembre.
Il tutto sarà reso più poetico da Storie in scatola, a cura di Promocultura nell’ambito del festival della Lettura. L’appuntamento è alle 16 con i bambini dai 3 ai 6 anni per le letture animate e poi alle 17,30 con Fabrizio Altieri, autore per la fascia tra i 6 e gli 11 anni. E infine, nelle vetrine di alcuni fondi sfitti nelle vie del centro storico, sarà possibile ammirare l’esposizione di testi ed immagini tratti dal libro Eravamo seggiolai, allestita a cura del Circolo culturale La Fototeca.
“Le ultime occasioni di richiamo per i castelfranchesi – ha commentato il sindaco Gabriele Toti – hanno avuto un grande successo e confidiamo che anche il mercato straordinario di domenica si possa trasformare in un momento di ritrovo per la comunità. Il nostro compito è quello di favorire e animare la partecipazione, ricordando a tutti che Castelfranco è viva e ha voglia di farsi sentire”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.