Un “braccetto” per Ponticelli, primo passo in Consiglio

Se ne parla da anni, ma quel tratto di strada di fronte alla nuova chiesa di Ponticelli di Santa Maria a Monte ancora oggi finisce nel nulla, tagliato di netto in mezzo ai campi. Una situazione che adesso potrebbe sbloccarsi dopo l’approvazione in consiglio comunale, con la concreta possibilità che nasca un nuovo collegamento con la via provinciale Francesca Sud.

In pratica poco più di centro metri d’asfalto, un’inezia, che permetterebbero a tutto il quartiere residenziale delle scuole elementari e della Pubblica Assistenza, a sud di via Usciana, di non insistere più su quest’ultima e invece riversarsi direttamente sulla strada provinciale. Una cosa non da poco, come ben sanno i frequentatori di quel tratto nelle prime ore della mattina, fra l’esodo di chi lascia il comune in direzione superstrada o verso gli altri comuni del Cuoio e l’inevitabile ingorgo di chi invece porta i figli alla scuola.
“Siamo solo al primo passo, ma non è poco – commenta, soddisfatta, la sindaca di Santa Maria a Monte Ilaria Parrella –. Si tratta di un lavoro atteso da molto tempo, con una strada che adesso si interrompe in maniera innauturale proprio in mezzo ai campi, a pochi metri dalla via Francesca e di fronte alla nuova chiesa della frazione”. A sbloccarsi, la situazione con i proprietari del terreno; un’acquisizione le cui condizioni sono state adottate proprio all’ultimo consiglio comunale, tenutosi in forma itinerante proprio a Ponticelli lo scorso 24 ottobre. “Siamo quindi ad una fase davvero preliminare – precisa la prima cittadina. – Prima di progetti e fattibilità. Ma qualcosa si è mosso”.
Il punto di congiunzione della strada oggi “monca”, che come quasi tutte le traverse di quel quartiere porta il nome di via Usciana, sarebbe da realizzare sulla strada provinciale più o meno all’altezza del panificio Bandecchi. Una congiunzione sulla cui natura ha avuto da fare un semplice appunto il gruppo di minoranza ‘Santa Maria a Monte di tutti’, che ha chiesto di vagliare l’ipotesi della costruzione di una rotatoria. “Sarebbe un modo per venire incontro al traffico che nelle ore di punta riguarda la Provinciale – ha detto il consigliere Francesco Petri –. Garantirebbe inoltre una maggiore sicurezza a coloro che dovranno immettersi sulla Francesca, spezzando anche un rettilineo da anni al centro di osservazioni da parte dei residenti, che si lamentano spesso della troppa velocità delle auto in transito”.

Nilo Di Modica

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.