Cimitero allagato, Vanni: “Ci sarà un responsabile”

“Sarebbe stato opportuno costruire nuovi padiglioni dietro l’attuale cimitero, che poteva ospitare nuove costruzioni, invece che difronte all’ingresso togliendo parcheggio ai visitatori e alle scuole medie ed elementari”. E’ una delle osservazioni di Alberto Fausto Vanni del Partito Repubblicano Italiano rispetto agli allagamenti che si sono verificati nel cimitero di Santa Maria a Monte (Acqua e fango tra le tombe del cimitero di Santa Maria a Monte. Parrella: “La ditta è subito intervenuta e i lavori sono in corso”).

“Un evento così – per Vanni – non ha precedenti nella storia del cimitero di Santa Maria a Monte. Le piogge di ieri hanno allagato gran parte della nuova area, proprio in occasione della annuale ricorrenza dei Morti. Ovviamente ci sarà un responsabile, il progettista, il direttore dei lavori, gli esecutori di queste opere. Invitiamo l’amministrazione comunale a fare chiarezza. Purtroppo da tanti anni nel cimitero del capoluogo, quando ha visto lavori, non sono stati fatti a regola d’arte. Basta pensare al tetto alle cappelle all’ingresso. Il tetto fatto in lamiera ondulata racchiusa da pareti, bastano alcune foglie perché i canali si intasino e quindi creando notevoli danni. In questo caso come nei disagi attuali, a parer nostro, i progettisti non hanno fatto un buon lavoro. Ma veniamo agli eventi attuali, la notevole acqua sia esterna che interna significa la non presenza di fognature adeguata o il sotto dimensionamento di esse la causa dell’alluvione. Gli amministratori comunali si affidano a progettisti ‘tuttologhi’ mentre sarebbe stato opportuno rivolgersi a progettisti specializzati per queste specifiche caratteristiche con architetti e ingegneri con esperienze per progettare questo tipo di costruzioni”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.