Biblioteca Puccini, eventi a 30 anni da caduta muro

Sono quasi 1300 i chilometri che separano Santa Croce sull’Arno da Berlino, eppure l’evento del 9 novembre 1989, la caduta del muro che separava la parte Est e la parte Ovest della città, ovvero la parte della Repubblica democratica tedesca e quella della Repubblica federale tedesca, ha avvicinato molti luoghi e portato speranze in tutta Europa.

L’assessore alla cultura, scuola e memoria del comune di Santa Croce sull’Arno, Elisa Bertelli ricorda questo passaggio con una riflessione: “Sono trascorsi 30 anni da uno degli eventi cardine della storia contemporanea – scrive Bertelli -, la caduta del muro di Berlino, forse il primo grande evento di cui la mia generazione conserva memoria storica. Trent’anni che rappresentano un secolo se consideriamo l’epoca precedente e il nostro presente. Trent’anni che purtroppo, anche nella nostra Europa, non sono trascorsi indenni dalla costruzione di nuovi muri. Oggi si impone per cui non soltanto il ricordo di un momento storico ma anche una riflessione su ciò che è stato prima, su ciò che è stato dopo e su quale futuro stiamo costruendo: un futuro che a oggi vede più muri che ponti ma che dobbiamo avere la capacità di poter trasformare”. A questa riflessione fanno seguito le azioni. In biblioteca e nelle scuole sono state proposte iniziative per una riflessione collettiva. La biblioteca comunale Adrio Puccini ha realizzato una vetrina con una serie di titoli, che qui riportiamo: La caduta del muro, Jean-Marc Gonin e Olivier Guez – Bompiani, Le nuove democrazie: i processi di democratizzazione dopo la caduta del Muro di Berlino, Davide Grassi – Il Mulino, Berlino 1989: la caduta del muro, Constantine Pleshakov – Corbaccio, Ritorno a Berlino: il racconto dell’autunno che ha cambiato l’Europa, Lilli Gruber e Paolo Borella – Rizzoli, Il muro intorno, Julia Franck – Le Lettere, Il muro di Berlino, Frederick Taylor – Mondadori, Fuorigioco a Berlino, Christian Antonini – Giunti, Oltre il muro : Berlino e i linguaggi della riunificazione, a cura di Anna Chiarloni – Franco Angeli, La crisi: il sistema internazionale vent’anni dopo la caduta del Muro di Berlino, Luigi Bonanate – Bruno Mondadori, Non si può dividere il cielo:  storie dal muro di Berlino, Gianluca Falanga – Carocci, Il primato americano: il punto di vista degli Stati Uniti dopo la caduta del muro di Berlino,  Rita di Leo – il Mulino, Anime prigioniere: cronache dal Muro di Berlino, Ezio Mauro – Feltrinelli, Il muro di Berlino edizione speciale 20° anniversario, DVD a cura di History Channel.
Sempre in biblioteca, seguendo la proposta del Coordinamento nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani, sono stati affissi alcuni spunti e suggerimenti, tra cui un decalogo sui muri, il racconto dei giorni dell’abbattimento del muro di Berlino, alcuni cenni storici e culturali sull’evento ed è stato predisposto uno spazio dove i ragazzi che frequentano la biblioteca e tutti i cittadini possono lasciare le loro riflessioni.
Enrichetta Paoli, professoressa delle scuole medie di Staffoli descrive così il progetto dedicato al 9 novembre 1989: “Trent’anni fa cadeva il muro di Berlino – ha spiegato Paoli -: un evento epocale, ma ancora tutto da scoprire per i ragazzi della terza media e allora ecco l’idea di una lezione creativa: gli alunni sono invitati a portare degli scatoloni di cartone da impilare per ricostruire il muro, l’insegnante di musica, come Rostropovich suonerà Bach con il suo violoncello, mentre la professoressa di motoria ballerà insieme ad alcuni alunni. Si spiegherà l’avvenimento attraverso delle letture e si concluderà il tutto rismontando il muro appena innalzato, almeno quello. Gli studenti infatti sono stati invitati a riflettere sui tanti muri e barriere ancora presenti nel mondo”.
 “Sono molto soddisfatta – il commento di Bertelli – che l’Istituto Comprensivo abbia fatto proprie le riflessioni affrontate nel Tavolo della Memoria, organizzando una serie di attività con i ragazzi e sperimentando attraverso varie discipline un percorso di conoscenza e riflessione originale e creativo”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.