Fucecchio, la Lega alla ‘battaglia delle cicogne’

Tutela delle cicogne del Padule di Fucecchio, la Lega si schiera in prima linea. Lo dice a chiare lettere Leonardo Pilastri, consigliere comunale del gruppo Lega – Salvini Fucecchio.

“Siamo di fronte ad una sconcertante dimostrazione di quanto la sopravvivenza delle nostre preziose e amate cicogne poco interessi al Partito Democratico ed all’amministrazione fucecchiese – dice – Quando raccontiamo ai nostri conoscenti che il consiglio comunale, con il voto dei consiglieri di maggioranza, ha dato l’autorizzazione a costruire un impianto industriale di frantumazione di materiali inerti a poche decine di metri dal nido di una specie protetta dalle normative comunitaria e molto rara in Toscana, in un terreno sito al margine dell’Area Protetta del Padule, rimangono letteralmente increduli, specie coloro che tradizionalmente votano a sinistra. E poco importa che si sia tentato di nascondere la triste magagna dietro un dito, proponendo l’effettuazione di una valutazione di impatto ambientale, inutile e, soprattutto, fuori luogo, visto che stiamo parlando di una specie protetta a livello Ue nei confronti della quale si devono applicare le prescrizioni della direttiva europea 92/43 Habitat, che prevede l’effettuazione, in questi casi, di una ben più rigida ed approfondita valutazione di incidenza”.
“Stiamo parlando – spiega ancora Pilastri – di una specie che era assente dal Padule di Fucecchio dalla metà del 17esimo secolo e che è tornata nel 2005 e che prospera nel suo nido fucecchiese, dove nascono nuovi esemplari ogni anno, diventando la mascotte dell’intera comunità ed un beniamino per i bambini. E che, da allora, è stata oggetto di grandi attenzioni da parte dell’amministrazione comunale, che qualche anno fa ha fatto addirittura un’ordinanza per il divieto di fermata per ogni veicolo nelle vicinanze del nido. È proprio per questo che la cosa sconcerta: non si capisce davvero il motivo per il quale sia il Partito Democratico che l’amministrazione comunale abbiano deciso che le cicogne non sono più le benvenute dalle nostre parti”.
Aggiunge Gianmarco Porciani, capogruppo della Lega in Consiglio comunale: “Stiamo assistendo ad una lampante dimostrazione del pressappochismo manageriale con cui opera, negli ultimi tempi, la nostra amministrazione e, quello che più preoccupa, è il devastante mutamento di rotta nei confronti delle problematiche ambientali. Ma la Lega – Salvini Fucecchio non cederà. La battaglia delle cicogne è appena iniziata. E con l’aiuto di tutti i cittadini, ed il supporto delle associazioni ambientaliste che sono già state messe a conoscenza della situazione, riusciremo a far tornare sui propri passi chi sta tentando di perpetrare questo scempio”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.