“In casa con mezzo metro d’acqua” a Capanne previsioni foto

Quando l’acqua si ritira, restano il fango e la conta dei danni. E con l’acqua, in genere, si ritirano anche gli aiuti. Nel comune di Montopoli Valdarno è Capanne la frazione maggiormente colpita dall’alluvione. In via Fonda, alcune famiglie sono rimaste isolate dalla mattina di ieri 17 novembre.

“Abbiamo avuto mezzo metro d’acqua in casa – racconta Maria Gronchi, residente nella strada di campagna –. Ci sono almeno 8 famiglie, a quanto so io, in condizioni di urgenza. Accanto a noi abita una signora anziana da sola e anche casa sua è stata allagata. Stamattina abbiamo ancora molti centimetri di fango che ci rendono difficili e pericolosi gli spostamenti”. La casa della signora Gronchi non è nuova ad alluvioni e allagamenti, come testimoniano le targhette al muro che segnano i livelli raggiunti dall’acqua con le alluvioni del 2012 e del 2014. “Non a caso – racconta ancora Gronchi – noi abitiamo al secondo piano: sappiamo che la piena arriva fin qui. Ma ci sono famiglie che hanno le cucine a piano terra o hanno le cantine e stanno ancora lavorando per togliere l’acqua”. Poi lo sfogo: “Come è possibile – si chiede Gronchi – che in questa situazione dal Comune non si sia fatto sentire nessuno? Non una visita o almeno una telefonata. Eppure ci conoscono, lo sanno che qui arriva la piena”. (g.z.)

{youtube}XEgpTIkQU44{/youtube}

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.