Una palestra per il Checchi, convenzione in Consiglio foto

“A ormai 17 anni dalla sua apertura, si colma una mancanza grave. E’ infatti del tutto incomprensibile – e alla luce dei tempi inaccettabile – che nel 2019 un istituto superiore di tanta importanza non sia dotato di una palestra propria per le attività sportive dei ragazzi”. Lo dice il consigliere metropolitano di Forza Italia Centrodestra per il cambiamento Paolo Gandola alla vigilia dell’approvazione, attesa per domani 27 novembre in consiglio metropolitano, della ratifica della convenzione tra Città Metropolitana e Uisp per la realizzazione della palestra all’interno dell’istituto di istruzione superiore Checchi di Fucecchio.

“Un’opera – ricorda il consigliere – attesa ormai da troppi anni, visto che sin dal lontano 2002, anno di inaugurazione del polo, la struttura ne era sprovvista”. Finalmente, ricorda Gandola, “grazie all’importante contributo fornito dalla Fondazione Vodafone Italia tramite Uisp, la costruzione della palestra potrà prendere il via. Il contributo, di 100mila euro a fondo perduto, è frutto del bando Ogni Sport Oltre del dicembre 2018 e prevede che sia realizzata una palestra polivalente per la pratica della pallavolo, del basket, del sitting volley e beach volley sia per atleti normodotati che disabili garantendo, quindi, una perfetta integrazione di servizi per entrambe le utenze”. Il costo complessivo stimato è di 400mila euro, ripartito tra Città metropolitana (300mila) e Fondazione.
La convenzione regola i rapporti tra la Uisp e la Città Metropolitana di Firenze e disciplina modalità e tempistiche di trasmissione delle risorse. Recepite anche alcune indicazioni del sindaco di Fucecchio.
Giacomo Cucini, consigliere che ha la delega della Metrocittà per l’edilizia scolastica nell’Empolese Valdelsa, ha espresso “soddisfazione per questo atto. Siamo in presenza di un investimento importante e doveroso. Le palestre sono fondamentali per l’attività didattica. L’articolazione del progetto, il finanziamento ottenuto e le modalità previste dalla convenzione danno ancora più prestigio a questa operazione”.
Il consigliere Ncola Armentano (Pd) ha sottolineato che “quando si va a investire e costruire in impiantistica sportiva in realtà investiamo sulle persone e sulla salute di tutti. Dunque siamo vicini a un traguardo molto importante”.
“Da tempo – rilevano Gandola e i consiglieri comunali di Fucecchio Sabrina Ramello e Simone Testai – attendiamo la realizzazione di questa struttura. La notizia del finanziamento ottenuto tramite la Fondazione ci ha lasciati positivamente sorpresi e siamo molto felici che sia stata premiata soprattutto la progettualità di creare una struttura polivalente che permetta lo svolgimento delle attività motorie e sportive che possano integrare normodotati e disabili. Adesso, però, attendiamo fatti concreti che permettano di cantierare i lavori entro l’estate del 2020. Non c’è più tempo da perdere ora: dopo la ratifica di domani, Città Metropolitana acceleri immediatamente sulla progettazione definitiva ed esecutiva in modo da essere in grado di appaltare i lavori entro pochi mesi, colmando una grave carenza strutturale che gravava sul polo e sulle tante centinaia di studenti che lo frequentano”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.