Pioggia forte sul Cuoio: frane, strade e mensa allagata

Più informazioni su

Sono bastati pochi minuti di pioggia, ma così intensa da trasformare le strade in fiumi. FiPiLi compresa, rimasta a lungo chiusa nel tratto di Pontedera.

Le situazioni peggiori si sono registrate a Santa Maria a Monte, dove un albero è caduto a Pregiuntino, una frana ha chiuso la strada in via Prataccio e i bambini della scuola primaria hanno mangiato in classe anziché alla mensa, dove si sono verificati degli accumuli d’acqua. Strade allagate sono state segnalate, nel giro di pochi minuti, su tutto il comprensorio del Cuoio e anche in Valdera. A Pontedera e Montecalvoli sono anche intervenuti i vigili del fuoco.

Nel primo pomeriggio di oggi 2 dicembre, d’improvviso, come sempre più spesso succede, la pioggia ha iniziato a cadere forte. Su un terreno, tra l’altro, già saturo per i mesi di pioggia. Sono caduti qualcosa come 50 millimetri in un’ora, una precipitazione pluviometrica che sarebbe normale in metà mese, come indica la stazione meteo di Montopoli.

La giornata in diretta.

A Santa Croce sull’Arno, le strade sotto la pioggia intensa sono come fiumi tanto che l’acqua torna su dalle buche che dovrebbero riceverla. Anche una volta smesso di piovere, su molte strade l’acqua non riesce a defluire con facilità e servono decine di minuti per tornare alla normalità.

A Ponticelli alcuni residenti si sono messi subito all’opera per svuotare i garage che si trovano a un livello più basso della strada ed evitare che si allaghino. “Una bomba d’acqua di una violenza inaudita – racconta l’assessore Elisabetta Maccanti che incontriamo a Montecalvoli. La zona più critica è questa dove ci sono degli allagamenti. E c’è stata una piccola frana un via Prataccio”. I vigili del fuoco sono intervenuti in via lungomonte a Montecalvoli per aiutare i proprietari di alcuni dei garage allagati.

Intanto gli operatori del comune si erano messi al lavoro per ripulire le strade dalle foglie. Chiusa via Prataccio a Santa Maria a Monte è stata chiusa per una frana. A causa della forte precipitazione in corso sul territorio, il sottopasso di  San Romano è stato chiuso per ragioni di sicurezza. A  Castelfranco di Sotto, Fosso Usciana (che riceve buona parte delle acque meteoriche del Capoluogo) risulta al massimo della sua portata.

A Pontedera, per circa un’ora, è stata addirittura chiusa la FiPiLi, nelle due direzioni per allagamento nel tratto tra Pontedera est e Pontedera ovest: non era possibile entrare in superstrada nella zona di Pontedera e il traffico è deviato sulla strada normale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.