Amici del Padule di Fucecchio: “Griglie antirifiuti sui canali principali”

La richiesta dell'associazione per la salvaguardia dell'ambiente

Continua l’impegno per l’ambiente dell’associazione Amici del Padule di Fucecchio.

“Come è noto, la presenza di plastica nelle acque dei fiumi e del mare – dicono – è divenuta un’emergenza ambientale a livello globale, seconda per gravità soltanto al cambiamento climatico. L’associazione Amici del Padule di Fucecchio si impegna da anni ad organizzare iniziative periodiche di raccolta rifiuti nell’area del Padule di Fucecchio e del lago di Sibolla, ed anche per il 2020 ne abbiamo già previste alcune per i mesi di gennaio e febbraio. Tuttavia, crediamo sia importante che questa problematica sia affrontata in modo più efficace e continuativo, attraverso un’opera di prevenzione e di interventi pubblici volti ad intercettare e smaltire correttamemte i rifiuti”.

L’associazione ha chiesto al Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno ed all’assessorato all’ambiente della Regione Toscana “che vengano installate griglie per bloccare i rifiuti sui canali principali del Padule, e che si provveda ad una sistematica rimozione degli stessi. Si tratta di una misura che altri enti preposti alla gestione dei fiumi stanno attuando in molte parti d’Italia con risultati molto positivi. Una misura con un rapporto costo-beneficio molto vantaggioso per tutti noi e per la natura”.

“Abbiamo riscontrato – conclude la nota – anche dalle numerose sollecitazione ricevute da cittadini della Valdinievole, che vi è molta sensibilità rispetto a questa problematica. Ci auguriamo pertanto che questa nostra proposta sia sostenuta con determinazione anche da altri soggetti e possa trovare in breve tempo pratica attuazione. Esprimiamo questo auspicio anche in considerazione del fatto che in passato altre nostre proposte volte a risolvere questo problema non sono state accolte. Vane sono state, ad esempio, le richieste che avevamo fatto ad alcune amministrazioni comunali di porre telecamere di sorveglianza in punti dove si ripetono frequentemente episodi di scarico di rifiutisi e lungo le strade dove molti automobilisti gettano rifiuti dal finestrino. Speriamo in questo caso di avere migliore fortuna. E comunque anche per le precedenti proposte vale il detto meglio tardi che mai”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.