Buoni spesa, nuovo bando a Montopoli Valdarno

Dovrebbe uscire a giugno, da coprire grazie alle donazioni

Il comune di Montopoli Valdarno sta per pubblicare un nuovo bando per l’erogazione di buoni spesa alle famiglie più colpite dall’emergenza sanitaria da coronavirus. Durante la prima tranche, l’amministrazione comunale ha utilizzato tutte le risorse messe a disposizione dal Governo attraverso l’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile del 29 marzo, ovvero più di 65mila euro.

Nonostante il bando prevedesse l’erogazione di buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e di prima necessità fino ad esaurimento del fondo dedicato, l’amministrazione ha deciso di evadere altre 58 domande arrivate entro la scadenza prefissata, ma senza copertura. Per questo motivo, anche grazie ad alcune donazioni della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, imprese e privati cittadini, sono stati stanziati altri 24.850 euro, per un totale complessivo superiore a 90mila euro.

“Abbiamo fatto – spiega il sindaco Giovanni Capecchi – quanto necessario per dare un sostegno ai nuclei familiari del territorio che, a causa dell’emergenza, si sono economicamente indeboliti  ma non finisce qui: continuiamo a lavorare per mettere in sicurezza i concittadini e le concittadine più fragili”. Per questo, nel mese di giugno, il Comune, in parte con risorse proprie e in parte con le risorse donate all’amministrazione e non già utilizzate per domande precedenti, darà vita ad un nuovo bando per accogliere ulteriori domande.

“Le donazioni arrivate sono un segnale di vicinanza per la popolazione e di fiducia verso il nostro operato. Ringrazio personalmente tutti coloro che hanno voluto dare una mano in questo momento critico, dimostrando ancora una volta cosa significhi appartenere ad una comunità unita e coesa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.