Cerbaie, Padule di Fucecchio e le altre: le aree protette pronte a riaccogliere i visitatori foto

Nel segno del turismo responsabile e con le misure necessarie, riprendono escursioni e visite guidate

Sono all’aperto, è vero. Ma c’è modo e modo per godersi le aree protette e i parchi. Sono pronte a ripartire le visite guidate e tutte le attività nelle aree di Bientina e di Fucecchio, oltre che nei boschi delle Cerbaie.

Da ormai tre anni, il progetto Aree Protette di cui Bientina è capofila, promuove esperienze e momenti di connessione con la natura all’interno di luoghi incontaminati e meravigliosi che si intrecciano con la storia e la vita dell’uomo. Attraverso una rete di iniziative di turismo sostenibile si cerca di divulgare la conoscenza di ambienti naturali molte volte sconosciuti, che celano veri e propri gioielli di biodiversità.

Dopo lo stop legato all’emergenza covid 19, ripartono gli eventi di Aree Protette 2020, in piena sicurezza e nel rispetto delle regole vigenti.

“Finalmente – spiega Desirè Niccoli, assessore all’ambiente di Bientina – torniamo ad osservare e vivere la natura. Tutti noi potremo visitare gli ambienti delle aree umide di Bosco Tanali, dell’Oasi del Bottaccio o del Lago di Sibolla e passeggiare, di nuovo, nei boschi delle Cerbaie. Lo faremo in massima sicurezza e adottando scrupolosamente tutti i protocolli previsti dalla normativa anticontagio. Alle associazioni Legambiente Valdera, Wwf, Natura di Mezzo, Consorzio Forestale delle Cerbaie, Ecoistituto delle Cerbaie e reparto Carabinieri Biodiversità di Lucca vanno i miei più sinceri ringraziamenti.”

“Bellezza, natura e sicurezza” sono le parole d’ordine per l’assessore all’ambiente di Altopascio Daniel Toci -. Con la Riserva naturale del Lago di Sibolla ripartiremo domenica 31 maggio con l’iniziativa ‘#IoScelgoAltopascio… e visito la Riserva naturale del Lago di Sibolla’. La volontà è di rendere la Riserva un luogo aperto e accessibile con appuntamenti fissi e percorsi per persone di tutte le età. L’interesse c’è, ed è quindi nostro compito proseguire su questa strada. Farlo insieme ad altri Comuni, è indispensabile anche per affrontare il post pandemia: un modo concreto per unire forze e risorse e per promuovere questi territori anche dal punto di vista turistico”.

Padule di Fucecchio

Da domenica 7 giugno, il Centro Rdp Padule di Fucecchio riparte anche con le attività rivolte al pubblico: le aperture del Centro Visite a Castelmartini e le visite guidate sul territorio. Le mostre allestite nel Centro Visite e le escursioni sul territorio diventano più che mai una risorsa fondamentale per consentire a tutti gli interessati, dopo essere rimasti a lungo in casa, di riprendere gradualmente e consapevolmente il contatto con la natura.

Alcune precauzioni consentiranno una visita serena: la misurazione della temperatura all’ingresso, il mantenimento della distanza interpersonale, l’utilizzo della mascherina, del gel sanificante e dei guanti monouso (al bookshop). Nel mese di giugno il Centro Visite rimarrà aperto la domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15,30 alle 18,30, senza prenotazione. Gli spazi sono molto ampi e solo nel caso di particolare afflusso di pubblico sarà prevista un’entrata a gruppi contingentati.

Il Centro Visite ospita un allestimento permanente sugli aspetti storici e naturalistici e sulle tradizioni locali del Padule di Fucecchio, oltre alle opere preparatorie del Monumento dello scultore Gino Terreni in memoria dei caduti dell’Eccidio del 23 agosto 1944.

In questo periodo è possibile vedere anche le mostre temporanee “Illusioni nel canneto. Una collezione di stampi da caccia ed ornamentali” e “Natura in Valdinievole, e quella di disegno e scultura naturalistica del wildlife painter Alessandro Sacchetti.

Le visite guidate ripartono il 7 giugno da una passeggiata sul percorso naturalistico de Le Morette con birdwatching nell’area protetta, poi due visite serali notturne in Padule, una sul Colle di Monsummano ed una nella “Svizzera pesciatina”.

Il sabato mattina sarà dedicato alle cicogne bianche: invece di un vero e proprio “Giorno della cicogna”, gli interessati potranno visitare in piccoli gruppi, a distanza di assoluta sicurezza e usando il proprio binocolo, alcuni siti del territorio.

Tutte le escursioni sono condotte come al solito da una guida ambientale escursionistica qualificata e sono a numero chiuso: info e prenotazioni 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.