Demolizione del cavalcaferrovia, chiusa la statale del Brennero

Intervento di Anas a Ripafratta: bus sostitutivi per i treni della tratta per Pisa

Domenica (2 agosto) è stata programmata la demolizione controllata del cavalcaferrovia lungo la Nsa 315, asse viario ponte di Ripafratta (ex A11), nel comune di San Giuliano Terme, in provincia di Pisa. L’attività di abbattimento è stata pianificata in seguito alle indagini svolte dai tecnici Anas che hanno rilevato diffusi fenomeni ossidativi delle armature metalliche dell’impalcato e uno stato di generale degrado delle strutture.

La demolizione del sovrappasso, in disuso da alcuni decenni, è necessaria per garantire la sicurezza della circolazione dei treni della linea ferroviaria Pisa-Lucca che sottopassa il cavalcaferrovia. L’abbattimento della struttura, lunga 37 metri e con un’altezza di 6,7 metri rispetto al tracciato ferroviario sottostante, è previsto per le 10 del 2 agosto e sarà realizzato tramite l’utilizzo di esplosivo. A seguire i materiali saranno demoliti in loco e rimossi.

In coordinamento con la Prefettura di Pisa è prevista l’evacuazione dei residenti all’interno di un raggio pari a 150 metri dall’infrastruttura, per la durata di circa un’ora. Inoltre, al fine di consentire l’esecuzione in sicurezza delle operazioni sarà temporaneamente chiusa al traffico la strada provinciale ex SS 12 che collega Lucca con Pisa-Via Ripafratta. L’interdizione sarà attiva per il tempo necessario alla detonazione, comunque non superiore a venti minuti.

La durata complessiva dei lavori di demolizione, compreso l’allontanamento dei materiali di risulta e le attività preparatorie di smontaggio di un tratto di binario e la successiva ricostruzione, è stimata in 9 giorni, durante i quali, in piena sinergia con Rete Ferroviaria Italiana, il collegamento ferroviario Pisa–Lucca sarà garantito tramite un sistema sostitutivo di navette (dal 30 luglio al 7 agosto).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.