Atti vandalici a Santa Croce sull’Arno contro la candidata Benedetta Cicala

Nella notte qualcuno ha strappato i manifesti della condidata al consiglio regionale per Fratelli d'italia

“Ecco come la sinistra intende il confronto democratico alla vigilia delle elezioni: strappando i manifesti degli avversari. Io non mi farò intimorire”. Così Benedetta Cicala, candidata in consiglio regionale per Fratelli d’Italia alle prossime elezioni che è stata vittima di atti di vandalismo a Santa Croce sull’Arno. Alcuni dei suoi manifesti, affissi negli spazi elettorali assegnati ai candidati, la notte scorsa sono stati strappati.

“Il mio comitato elettorale – aggiunge Cicala – ha già provveduto ad attaccarne di nuovi. Io proseguo senza paura la mia campagna elettorale di ascolto e confronto con i cittadini sui temi che più stanno a cuore ai Pisani”.

Solidarietà è stata espressa da Matteo Bagnoli candidato in consiglio regionale con cui Benedetta Cicala sta proseguendo la campagna di ascolto e confronto in provincia di Pisa. “Si tratta di un episodio gravissimo – conclude Bagnoli – che mina i principi fondamentali della nostra Costituzione del civile confronto democratico tra candidati. Fratelli d’Italia ha sempre fatto del rispetto politico e dell’avversario un valore fondante. Chi non crede in questi valori non merita di governare la Toscana e i toscani.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.