La Mille Miglia passa ma non si ferma a San Miniato: “Godetevi lo spettacolo senza calca”

Diverse le frazioni e le vie del centro toccate

Il coronavirus non ferma la Mille Miglia che, per il terzo anno consecutivo, passerà anche da San Miniato. Sabato 24 ottobre, infatti, San Miniato sarà tappa intermedia del lungo il tratto che da Siena a Viareggio.

La gara passerà dalla frazione di Corazzano (via Zara), da Moriolo (via Volterrana), fino ad arrivare a San Miniato capoluogo dove transiterà da via Dalmazia, via Roma, via Carducci, piazza Grifoni, via IV novembre, piazza del Popolo, via Conti, piazza della Repubblica, via Vittime del Duomo, via Rondoni, via de Mangiadori, piazza Bonaparte, via Del Bravo, viale Matteotti, via Sanminiatese direzione La Scala, via Tosco Romagnola Est e a San Miniato Basso in via dei Mille per poi continuare in direzione Fucecchio.

Alle 12 circa è previsto l’arrivo delle prime vetture, fino al transito in piazza del Seminario dove, però, non ci sarà la timbratura ma solo il passaggio delle auto. Per consentire lo svolgimento della manifestazione, nella giornata di sabato 24 ottobre, dalle 11 alle 18, sarà impossibile transitare e sostare in via Conti, piazza della Repubblica, via Vittime del Duomo, via Rondoni, via de Mangiadori e piazza Buonaparte, fatta eccezione per i mezzi di soccorso e pronto intervento pubblico e per i veicoli di servizio all’organizzazione della manifestazione e verrà realizzata una Ztl da piazza Dante a piazza Grifoni.

Doveroso comunque l’invito a non accalcarsi, rispettare le distanze e usare le mascherine per assistere al passaggio.

“La Mille Miglia – spiega il sindaco di San Miniato Simone Giglioli – era attesa per il mese di maggio, ma il Covid ha costretto l’organizzazione a posticipare. Non è comunque stato semplice arrivare a garantire lo svolgimento di questa manifestazione nazionale, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza previste, ma è stato importante poterla fare. E’ un evento che non volevamo perdere, un’occasione eccezionale che, per la terza volta, ci capita di vivere nella nostra città.

Volevamo che fosse un momento di leggerezza in un periodo molto complesso, riportando all’ombra della Rocca una kermesse sempre ricca di appassionati e con un pubblico consolidato negli anni, sperando che, per qualche ora, allontani dai nostri pensieri la fatica di questi mesi. Ringrazio le associazioni di protezione civile che ci aiutano ad organizzare al meglio il passaggio delle auto e chiedo ai cittadini di divertirsi in questa occasione, seguendo la gara lungo tutto il percorso senza creare assembramenti, senza ammassarsi in piazza del Seminario perché non ci sarà la timbratura, un’altra novità nata per far rispettare le regole di distanziamento sociale. Spero che questa leggendaria competizione automobilistica possa tornare nel nostro territorio nei prossimi anni, senza emergenza sanitaria, perché è una eccezionale vetrina e un’occasione unica per promuovere la città, che ci piacerebbe poter ospitare ancora”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.