Il Borgo che vorrei apre al mondo del lavoro: il nuovo bando per uno showroom di calzature

Per valorizzare i prodotti tipici coinvolgendo le aziende: la scadenza è il 18 gennaio

Valorizzazione e sviluppo di uno dei manufatti tipici e simbolo di prestigio del territorio: la calzatura. È questo il tema del nuovo bando in pubblicazione sul sito del comune di Santa Maria a Monte che si inserisce nel più ampio progetto Il borgo che vorrei.

Nonostante la pandemia altre quattro attività quest’anno hanno aperto nei piccolo centro storico e adesso “Con questo bando – ha spiegato il sindaco Ilaria Parrella – l’amministrazione si propone di avviare un’importante collaborazione tramite la creazione di uno Show Room di calzature all’interno del centro storico, andando a coinvolgere aziende o associazioni e gruppi di aziende del Comprensorio del Cuoio e interessate a valorizzare le peculiarità del nostro territorio”.

Per chi è interessato, il tempo limite per fare domanda e presentare la candidatura scade alle 13 del 18 gennaio: si può partecipare tramite Pec, raccomandata o con consegna a mano all’ufficio protocollo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.