Petrucci (Fratelli d’Italia) sul Cuoio: “Fatturato dimezzato e mancanza di nuovi ordini”

“Il comprensorio è stato investito da una crisi profonda, della quale la politica deve farsi carico"

“Il comprensorio del cuoio è stato investito da una crisi profonda, della quale la politica deve farsi carico“. Lo ha detto il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Diego Petrucci, oggi 1 febbraio in visita al distretto del cuoio insieme ai consiglieri comunali di Santa Croce sull’Arno Benedetta Cicala e Marco Rusconi, al consigliere comunale di Castelfranco di Sotto Nicola Sgueo e ai rappresentanti di FdI Katiusca Pace, Irene Storti e Fabio Mini.

“Abbiamo – racconta – avuto incontri e colloqui nella zona del Cuoio per affrontare il problema occupazionale in seguito alla crisi sanitaria ed economica internazionale. Il distretto del cuoio è uno dei comparti fondamentali per l’economia Toscana, oltre a rappresentare un modello virtuoso di economia circolare, con un forte contributo per l’ambiente. Le concerie, infatti, riciclano rifiuti speciali trasformandoli in prodotti di lusso: un’eccellenza mondiale che deve essere protetta. Le aziende denunciano un calo di fatturato di oltre il 50% e pesa la mancanza di nuovi ordini”.

“C’è – precisa Rusconi – chi fa visita alle realtà del nostro territorio solo in campagna elettorale e chi invece mette l’ascolto al centro della propria agenda politica. Oggi, assieme al consigliere regionale Diego Petrucci, abbiamo incontrato imprenditori e addetti del settore conciario. Ripresa lenta, pandemia e crisi occupazionale sono solo alcune delle sfide che il nostro Comprensorio sarà chiamato ad affrontare nei prossimi mesi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.