Covid 19, 600mila euro alla Società della Salute: il dono di un medico texano

Saranno destinati al reinserimento lavorativo con uno specifico progetto

George M. Rapier III è un medico texano residente a Capraia e Limite. Un territorio così tanto scelto, da decidere di donargli 800mila euro per far fronte all’emergenza dettata dal covid 19: 600mila euro sono stati destinati al fondo di mutuo soccorso Sosteniamoci istituito dalla Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa e 200mila euro sono stati destinati al Comune di Capraia e Limite.

Nell’atto di donazione Rapier III, presidente e Ceo di una società di assistenza sanitaria diversificata negli Stati Uniti, ha espresso la volontà che 200mila euro fossero donati al Comune dove egli risiede, per provvedere al finanziamento e al sostegno di associazioni ed enti senza scopo di lucro che svolgono attività assistenziale e sociale, culturale e sportiva, nell’ambito del territorio del Comune di Capraia e Limite e che hanno subito le conseguenze negative a causa del covid 19.

“Ringraziamo Rapier – ha detto Alessio Spinelli in qualità di presidente della Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa – che ha interpretato i valori di solidarietà e di aiuto verso il territorio, destineremo il contributo di 600mila euro devoluto alla Società della Salute per il reinserimento lavorativo, un aiuto concreto rivolto a quei cittadini che il covid 19 ha colpito duramente. Stiamo già lavorando per individuare una precisa progettualità che possa sostenere quella fascia di popolazione che ha subito gli effetti più drammatici di questa emergenza”.

La Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa ha quindi provveduto a deliberare le specifiche dell’atto di donazione approvate dall’assemblea. La Società della Salute si occuperà inoltre della rendicontazione delle attività svolte e degli impegni economici distribuiti a sostegno della popolazione.

Rapier III ha donato complessivamente un milione di euro: gli altri 200mila euro in favore della raccolta fondi per l’ospedale San Giuseppe di Empoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.