Sapori d’autunno, la Valdera in mostra in 70 stand

Sapori d’Autunno fa 70. Tanti saranno gli espositori dell’edizione 2017, in programma il 16 e il 17 dicembre a Pontedera e dedicata ai prodotti tipici e alle produzioni di qualità della Valdera e non solo. Dopo il grande successo di pubblico dei due anni passati, la kermesse torna con un po’ di nuove carte da giocarsi, a cominciare proprio dai produttori. Dai 20 originari, a oltre 50 dello scorso anno, quest’anno il numero batte le attese. “Quest’anno i produttori saranno oltre 70” annuncia la vicesindaco Angela Pirri.

“Il progetto Sapori d’Autunno è stato lanciato nel 2014 – spiega Angela Pirri -. Oltre a essere un progetto, è una vera e propria sfida. Sfida che ad oggi è stata ampiamente vinta perché come comune di Pontedera siamo riusciti a coinvolgere più di 70 eccellenze enogastronomiche e con grande soddisfazione posso dire che ce l’abbiamo fatta a mettere tutte queste eccellenze insieme intorno a un tavolino e organizzare una grande kermesse che punta tutto sulla qualità. Alla luce degli straordinari risultati dei due anni passati, quest’anno presentiamo una manifestazione migliorata per la varietà dell’offerta che i nostri produttori esibiranno. Sapori d’Autunno sta diventando un marchio utile a promuovere le tante eccellenze di questo territorio, una vetrina per le aziende che con fatica conquistano sempre più fette di mercato fuori dai confini della Valdera”. E di varietà di soggetti in gioco, quest’anno, ce n’è davvero molta, a cominciare dalla categoria che come sempre la fa da padrona per numero di produttori, il vino, che sarà portato al Centrum dai produttori, molti dei quali provenienti dalla Valdera e dalle zone limitrofe. Rossi e bianchi che riempiranno i calici per le numerose degustazioni disponibili alla manifestazione. Questa terza edizione viene allestita in due giornate. Sabato 16 dicembre alle 20,30 al Museo Piaggio è prevista una vera e propria cena di galà, Galà di sapori d’autunno, con cantina jazz. Il Museo si trasformerà nell’occasione in un raffinato teatro ristorante, con i tavoli allestiti tra quei mezzi che hanno fatto la storia della Piaggio e del nostro Paese. Si tratta di un percorso degustativo in anteprima delle eccellenze agroalimentari dei ‘Sapori d’Autunno’. La cena sarà guidata dall’enogastronomo Enrico Bimbi su prenotazione al costo di 35 euro. “Questa è una novità di quest’anno – spiega Enrico Bimbi -. Ringrazio l’amministrazione comunale e Angela Pirri in particolare per la sua attenzione e disponibilità, con questa cena si amplia davvero l’offerta di qualità che i nostri espositori sapranno mettere in campo”. Sono davvero tanti i prodotti di nicchia coinvolti alla cena. Cinque i vini da degustare da realtà prestigiose come Fattoria degli Azzoni, Usiglian del Vescovo, Podere la Chiesa, Podernovo e Torre a Cenaia. Inoltre ci saranno i migliori oli: Privilegio, Usiglian del Vescovo, Col di Conca, Val di Lama, Pieve de’ Pitti. Ci saranno paste da oscar, come Caponi e Martelli, specialità dalle rinomate macellerie Desideri, Morelli e Falaschi. Potranno essere degustate le patate dall’orto di Tognoni di Santa Maria a Monte ed erba Bulleri. Non mancherà il pecorino che ha conquistato il podio del campionato del mondo: Toscano Dop della famiglia Busti. Da degustare anche l’innovativa e salutare crema di miele e nocciola della Casina di Michele Discienza. Per quanto riguarda il panettone, sarà presente il panettone campione della Toscana al campionato italiano della Casa del Pane e quello creativo con pera e cioccolato di nonna Nina. Non mancherà il caffè simbolo di Pontedera, Cittadella Caffè. Il versante musicale è altrettanto ricco di quello enogastronomico. Per la prenotazione è possibile chiamare il 348 8931079 oppure lo 0587 299250 oppure, infine, lo 0587 299610. In alternativa è possibile inviare una mail a ufficioturistico@comune.pontedera.pi.it. Domenica 17 dicembre al Centrum Sete Sòis Sete Luas dalle 10 alle 24 ci sarà l’esposizione, la degustazione e la vendita dei prodotti della filiera corta, alla scoperta delle perle enogastronomiche. L’ingresso sarà libero. “L’avventura è iniziata come street food, un’avventura entusiasmante. All’interno del Centrum – dice Enrico Bimbi – gli espositori si trovano benissimo, è un contesto davvero molto adeguato: quest’anno addirittura è previsto un ampliamento con tensostrutture per contenere al meglio tutti gli espositori. All’interno ci saranno oltre 70 stand. La nostra è diventata la fiera enogastronomica più significativa del territorio”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.