Red Devils, quattro squalifiche: quasi 2 anni di stop a Bury

Sconfitta a tavolino per 3 a 0 e quattro squalifiche, tra le quali anche 1 anno e 8 mesi di stop per il calciatore Bury. E’ questa la decisione del giudice sportivo nei confronti dei Red Devils Castelfranco, dopo gli episodi avvenuti nella gara interna contro l’Aquila Scintilla, valida per il girone D di Prima categoria.

La gara era stata sospesa al 44′ perché alcune situazioni verificatesi sul campo “pregiudicavano l’incolumità del direttore di gara”, come si legge nel referto. Da questo, infatti, si evince che intorno al 44′ del primo tempo l’arbitro è stato colpito con un forte calcio ad una caviglia ad opera del calciatore Bury. L’arbitro ha poi subito un’aggressione verbale da parte di 7-8 giocatori della stessa società. “La decisione dell’arbitro – si legge nel bollettino ufficiale – appare giustificata oltre che per la violenza subita anche per la sussistente situazione di pericolo per la propria incolumità dovuta al comportamento intimidatorio e minaccioso dei tesserati locali”.
Quanto alle sanzioni, è stato squalificato fino al 21 aprile il dirigente Panella reo di vibrate proteste al termine della gara. Venti mesi di squalifica a Bury, fino al 7 dicembre 2017, per il calcio alla caviglia inferto all’arbitro. Due gare di stop, per offese al direttore di gara, ad Ambrosio, una giornata a Cappellini.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.