Addio a Romano Aringhieri, padre del ds Tuttocuoio

Il mondo del calcio locale è in lutto per la scomparsa Romano Aringhieri, 84 anni, storico presidente del Ponsacco, nonché padre del nuovo direttore sportivo del Tuttocuoio Umberto Aringhieri.

Morto all’età di 84 anni, Aringhieri era salito agli onori delle cronache, non solo locali, nella seconda metà degli anni Ottanta, quando aver guidato la società rossublù che in pochi riuscì a salire dalla Promozione all’allora serie C2, peraltro presentando in campo giocatori di tutto rispetto come Bernardo Corradi. Il club rossoblù, con lui, è arrivato al punto più alto della sua storia. Romano Aringhieri lascia la figlia Sandra, noto avvocato e il figlio Umberto, da quest’anno ds del Tuttocuoio a Ponte a Egola. Il presidente neroverde Andrea Dolfi, unitamente a tutta la società, attraverso una nota ufficiale, “si stringe al dolore della famiglia Aringhieri e desidera esprimere le più sentite condoglianze ad Aringhieri per la scomparsa del padre Romano”.
I funerali si terranno domani alla chiesa di Ponsacco alle 15,30, mentre la salma è esposta nella casa di famiglia di viale della Rimembranza.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.