Quantcast

Fiasconi: “Bella partita. Mancano esperienza e fortuna”

Quando una partita finisce così, c’è di che parlare, anche se l’avversaria è la capolista (qui la partita Tuttocuoio ko con la capolista, ma c’è di che recriminare). Sono molti i temi da sviscerare dopo il poker incassato al Mannucci di Pontedera dal Tuttocuoio e Fiasconi li snocciola tutti.

Mister un punteggio pesante?
“La partita fino al 3-1 c’è stata. Poi il risultato finale riconosce il valore dell’ avversario”.
Quanti rammarichi lascia una gara così?
“Tanti. Perché se contro un avversario così forte, crei tante opportunità e ne metti dentro una soltanto è un po’ poco. La gara che abbiamo disputato è quella che avevamo preparato. Anche oggi abbiamo avuto la dimostrazione che se subiamo un gol ci innervosiamo e abbiamo avuto 10 minuti di sbandamento e questo non deve succedere. Noi non siamo una squadra che può permettersi di reagire in questa maniera, ma dobbiamo riprendere a giocare con pazienza. Perché questo tipo di atteggiamento per noi porta solo degli svantaggi. I momenti difficili in una gara continueranno ad esserci e noi dobbiamo saperli superare”.

 

Mister, il rigore di Tempesti?
“Per me i rigoristi sono gli attaccanti. Shekiladze ha deciso di farlo battere a Tempesti. Se dovesse ricapitare e io mi auguro che questo avvenga a Piacenza, spero che lo tiri Tempesti che prima o poi dovrà sbloccarsi”.
Perché ha scelto Zenuni e non la classica staffetta Masia-Gelli?
“Zenuni ha le caratteristiche per ricoprire quel ruolo. Avevo bisogno di maggiore densità a metà campo e lui è in grado di dare qualità alle nostre giocate. Ma ricordatevi che per fare risultato con questi tipi di squadre occorrono 3 cose: che il Tuttocuoio faccia la gara perfetta, che l’Alessandria non faccia la partita perfetta e che tu abbia fortuna negli episodi”.
In pratica…
“L’angolo da dove è venuto il gol del pareggio è stato causato da un’uscita sbagliata. Poi noi siamo una squadra gentilissima. Mettiamo la palla sul punto della battuta del corner non ci piazziamo bene, loro battono immediatamente e paghiamo l’ingenuità a caro prezzo. E non è la prima volta, fa parte del nostro Dna. Non siamo cattivi e non siamo smaliziati”.
Allora anche queste situazioni concorrono a crescere?
“Cattiveria, malizia non le compri dal panaio. Ma sono doti che acquisti con l’esperienza. Ripartiamo dal fatto che abbiamo giocato una bella partita e con un po’ di fortuna certe partite si possono vincere”. Esorcizza così il calendario con Piacenza e Cremonese come prossimi due avversari, prima del derby con il Pontedera.
Poi è la volta del direttore sportivo Umberto Aringhieri, l’attenzione è posta sul gol di Bocalon.
“A noi è sembrato in netta posizione di fuorigioco, per loro la rete è stata regolare. Già a Carrara siamo stati condizionati da un episodio speriamo che le immagini diano loro ragione”.
Se Tempesti realizza la gara può prendere un’altra piega.
“I rigori si possono sbagliare, la storia del calcio ci ricorda che anche grandi fuoriclasse dal dischetto hanno fallito. La prestazione è stata quella che volevamo. Cuore, volontà, ritmo, fino alla mezz’ora della ripresa siamo stati in partita. Poi la terza rete moralmente ci ha abbattuti. Il mister stava gettando nella mischia un altro attaccante per cercar di arrivare al pareggio. Abbiamo messo in grossa difficoltà una squadra come l’Alessandria: è un punto di partenza. Se continueremo a fare prestazioni come questa non sempre troveremo un avversario come quello odierno, vedrete che i risultati arrivano”. Con un’intensità del genere venne affrontata la Lucchese e tutti sanno come andò a finire.

Andrea Signorini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.